Catanzaro, false fatture: prescritti reati per 19 persone

Il Tribunale di Catanzaro ha dichiarato estinti i reati, alcuni dei quali commessi nel 2007

di L. C.
20 settembre 2017
19:18

Il Tribunale di Catanzaro in composizione monocratica nella persona di Tiziana Macrì ha dichiarato il non doversi procedere per essersi i reati estinti per intervenuta prescrizione nei confronti di

Francesco Palazzo, Antonio Palazzo, Concetta Cananzi, Vicenzo Bifulco, Raffaele Alatavilla, Vicenzo Bruni, Stanislao Caramuta, Rosaria Cricelli, Martino Angelo Critrelli, Raffaele D’Ambra, Giovanni Frangipane, Franco Montalto, Vito Perri, Poggi Madarena Massimo, Antonio Polizzese, Luisa Rubino, Giuseppe Russo, Francesco Tavano, Giovanni Vitale, tutti chiamati a rispondere dei reati di emissione di fatture inesistenti, dichiarazioni fraudolente mediante uso di fatture al fine di evadere l’imposta sul reddito e sul valore aggiunto con talune condotte risalenti addirittura al 2007. Inutile dunque celebrare un processo.


 

Tra gli avvocati impegnati: Eugenio Perrone, Antonio Ludovico, Andrea Gareri, Raffaele Bruno, Antonio Pagliaro, Carlo Petitto, Fabrizio Taurino, Giovanni Cefaly, Antonello Talerico, Michele De Cillis, Stefano Nimpo, Pietro Mancuso, Antonella Canino, Francesco Vinci, Salvatore Grisolia.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio