Palazzo degli ignobili, il carro attrezzi amico e l'elettrauto compiacenti INTERCETTAZIONI-VIDEO

A Palazzo de Nobili non ci sono solo due blocchetti per le multe, una per stralciare facilmente i verbali ai consiglieri, assessori, parenti e amici e uno riservato ai cittadini 'normali', quelli che i verbali li devono pagarle per forza, per contribuire al bilancio del Comune.

di Gabriella Passariello
21 aprile 2015
09:27

Ci sono anche il carro attrezzi amico e l’elettrauto compiante, che risolvono tutti i problemi di casa De Nobili, tramite, l’immancabile Maggiore dei vigili, Salvatore Tarantino, che usa il cellulare del Comune, secondo l’informativa della Digos allegate al 415bis sulle “false firme”, per scopi di vario genere, non solo di ufficio, scaricando le spese al Comune (e quindi ai cittadini). Multe, che nel linguaggio criptato, vengono chiamate,  poesie d’amore, anche bollette o, udite udite, delibere. Singolare è la conversazione tra l’ex assessore Stefania Lo Giudice indagata insieme ad altre 39 persone nell’inchiesta “Palazzo degli ignobili”e un tale Agazio,  dalla quale emerge il costante intervento del Maggiore per l’annullamento di numerosi verbali con le indicazioni necessarie per scrivere il ricorso.

Agazio: Pronto?

Lo Giudice? Ei… ti disturbo, ti volevo dire una cosa… allora devi riferire, seguimi con attenzione, appuntatelo, per quanto riguarda G. che mi avevi dato tu, se nel frattempo gli è arrivata quella “delibera” da casa, mi segui se ti dico con una delibera…

Agazio: si

Lo Giudice: Magari pure aumentata… di non farla, di non andare a sbrigarla la delibera e di portarmi, per quanto riguarda G., di darti tutto a te…

Agazio: appena gli arriva la delibera…

Lo Giudice: informati subito se gli è arrivata la delibera… se gli è arrivata la delibera con l’aumento…

Agazio: ma per la seconda volta? La prima volta gli è arrivata…

Lo Giudice: eh eh si, me l’ha data … però se gli è arrivata con una cosa, se gli dovesse arrivare un aumento nel frattempo, che deve di più, avvertilo che forse gli arriverà, di non fare niente, di dartela a te che ho parlato con il Maggiore(dei vigili ndr)… chiamalo subito che è probabile che nonostante gli era arrivata quella gli ho dato al Maggiore per intenderci, però il Maggiore ha detto no, in quella fase non ho potuto, però gli arriva sicuramente aumentata,la delibera con importo diverso, per il servizio, però di non fare niente  e di dare tutto a… e tu porti a me ok, questo è… per Cristian, invece devi fare una cosa diversa… perché purtroppo lo stai vedendo pure tu, abbiamo molte difficoltà perché le stesse persone ne hanno varie…

Agazio: ah

Lo Giudice: e quindi quando il coso  vede che ce n’è già due nell’anno e sono state tutte…

Agazio : ho capito

Lo Giudice: allora fa problemi… Cristian per quel giorno specifico che mo ti dico, deve farsi, sempre per la delibera, preparare… gli facciamo ricorso…

Agazio: si

Lo Giudice: gli sto preparando il ricorso… però  ha bisogno di una ricevuta da parte o di  un carro attrezzi amico, oppure di un elettrauto, ma non che gli faccia una fattura, una ricevutina semplice per quel giorno specifico, che gli si è bloccata la macchina, capito?

Agazio: ho capito

Lo Giudice: mo ti dico il giorno però, perché lui potrebbe non ricordarlo… perché il Maggiore me le ha comunicate stamattina ste cose… allora data è il 22 febbraio 2013, Corso mazzini ore 12.30… tutti ce l’hanno un amico

Agazio: ho capito

Lo Giudice. Una ricevutina … da un elettrauto… che si è bloccata… no? Poi si fa il ricorso ed è a posto

 

 

 

Diverse le intercettazione in cui emerge che il Maggiore dei vigili, utilizza il proprio personale anche per fini strettamente non strettamente legati all’interesse pubblico o comunque dell’amministrazione comunale. Si prodiga per fare intervenire un carro attrezzi a seguito della rottura dell’automobile personale di un dirigente comunale. In questa circostanza,il Maggiore, non solo chiama il carro attrezzi, intervenendo sul titolare R., affinchè la prestazione avvenga gratuitamente, quanto utilizza una pattuglia della polizia municipale, distogliendola dai propri compiti di istituto, per accompagnare il carro attrezzi in un officina di Lido, il quartiere marinaro della città capoluogo.

 

Maggiore. … Mi serve una grossa cortesia  da te…

R: non in questo momento sono su un intervento a Serra San Bruno

Maggiore: aia la puttana… e non c’è un ragazzo con il carro attrezzi

R: che ti devono fare?

Maggiore: il dirigente è rimasto per strada a via De Filippis, però gliela dovremmo portare a Catanzaro Lido

R: mo chiamo… (ndr altre persone) però io non ti posso essere utile

Maggiore: perciò ascolta, me la devo vedere io con te, di lui niente, perché questa è na cosa

R: non mi devi dire ste  cose, che poi parliamo.

Il Maggiore parla con il dirigente comunale  rassicurandolo  che tra cinque minuti il carro attrezzi arriva ed è a disposizione

Maggiore: … il carro attrezzi… vi porta la macchina dove volete voi

D: siete troppo gentile…

Maggiore: no, per così poco.. mi dispiace che sono a Cropani sennò sarei venuto a prendervi io

D: per quanto vuole per il disturbo parlo con lui

Maggiore: non dovete fare niente voi… e già tutto a posto.

E il Maggiore ricontatta poi  il titolare del carro attrezzi, spiegandogli come sono rimasti con il dirigente, raccontandogli che la macchina del dirigente sarebbe stata portata a Catanzaro e che per portare l’auto a destinazione finale, cioè a Lido avrebbe mandato un vigile.

Gabriella Passariello

Leggi anche:


 

COMMENTI
GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top