Cetraro, l’associazione “Calcia l’autismo” ai candidati sindaco: «Più attenzione ai disabili»

Il presidente Luigi Lupo chiede che nei programmi elettorali siano inserite proposte concrete su disabilità e inclusione. Richiesta inoltre l'istituzione della figura di un Garante

84
di Francesca Lagoteta
24 agosto 2020
11:31

In vista delle elezioni amministrative del 20 e 21 settembre, l’associazione locale “Calcia l’autismo” chiede ad entrambi i candidati a sindaco di Cetraro, Ermanno Cennamo e Angelo Aita, di rendere pubbliche nei rispettivi programmi elettorali proposte concrete riguardo la disabilità e più in generale le iniziative che intendono portare avanti per il miglioramento dell’inclusione sociale a vari livelli: dalla scuola alle attività sportive, da quelle ludico-ricreative a quelle per ridurre il disagio sociale. Il Presidente dell'associazione, Luigi Lupo, inoltre, esorta Aita e Cennamo ad inserire nel loro programma l’istituzione dell’Autorità del Garante delle Persone con Disabilità.   

L'importanza del Garante 

La figura del Garante, che può essere istituita in qualsiasi ente pubblico o realtà comunale, rappresenta un supporto fondamentale per segnalare e promuovere tutte le iniziative volte ad assicurare la piena promozione e la tutela dei diritti delle persone disabili, sia nello svolgimento delle attività scolastiche di ogni ordine e grado che nell’integrazione e inclusione sociale. Un punto di riferimento essenziale, dunque, per tutte le persone con disabilità. 

Valorizzare le differenze 

"Vivere la diversità come un'unicità": è questo lo slogan dell’associazione "Calcia l’Autismo". Un sentimento che deve concretizzarsi con il supporto di tutti, a partire dalle istituzioni. «Valorizzare le differenze per non avere disuguaglianze è l'unica strada possibile»: ne è convinto Luigi Lupo, che è anche papà di Michele, un bambino speciale per il quale ha deciso di intraprendere questo percorso che tende la mano alle disabilità. 

 

«Si spera e si auspica - dice Lupo - che in questa campagna elettorale ci sia il debito spazio e la volontà per poter seriamente focalizzare la disabilità e poter essere di supporto a tante famiglie che vivono in prima linea immani disagi, in modo da poter intraprendere fattive iniziative riguardo tali importanti e non più differibili tematiche».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio