Coronavirus, gli anziani di Chiaravalle smistati negli ospedali di 2 province

Il piano di evacuazione della casa di riposo Domus Aurea prevede il trasferimento immediato dei 4 pazienti più gravi al Mater Domini di Catanzaro. Gli altri presidi ospedalieri designati sono quelli di Tropea e Lamezia

di Luana  Costa
31 marzo 2020
22:52
427

Il piano di evacuazione della casa di riposo Domus Aurea di Chiaravalle Centrale c'è. Ci ha lavorato tutto il pomeriggio la task force dell'Azienda Sanitaria provinciale di Catanzaro che nel pomeriggio è tornata tra le degenze infette della clinica assieme al primario del reparto di Malattie Infettive del policlinico di Catanzaro, Carlo Torti, per visitare i pazienti positivi al Covid 19 ed effettuare una prima cernita. Quattro di loro, i più gravi, sono stati già trasferiti in serata al nono piano del dell'azienda universitaria nell'area Covid qui allestita di Terapia subintensiva.

 

I trasferimenti, però, così si è deciso, avverranno in maniera graduale e cadenzata sulla base della gravità delle condizioni di salute degli anziani che si trovano quasi tutti ancora all'interno della casa di riposo di Chiaravalle. Sono 43 in tutto e per loro adesso si aprono le porte del trasferimento verso tre principali strutture ospedaliere ubicate non solo sul territorio provinciale di Catanzaro. I presidi individuati sono infatti il policlinico universitario, l'ospedale di Lamezia Terme e quello di Tropea. Qui saranno ricoverati i pazienti risultati positivi al Covid 19 mentre i pochi risultati negativi saranno dirottati verso l'ospedale di Soverato, dopo esser stati sottoposti nuovamente a tampone per evitare nuovi contagi all'interno del presidio ionico.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio