Cimitero di Corigliano, non funzionano le celle frigorifere: sequestri alla camera mortuaria

Rimandato l’esame legale su un 60enne deceduto nei giorni scorsi durante i lavori in una scuola. L'autopsia è stata posticipata per via dello stato di decomposizione del corpo dovuto al malfunzionamento dei macchinari

127
di Matteo Lauria
7 luglio 2021
14:15
Cimitero di Corigliano
Cimitero di Corigliano

Sequestri all'obitorio del cimitero di Corigliano. In particolare, qualche giorno fa un 60enne ha perso la vita a Vaccarizzo precipitando da un’impalcatura durante l’espletamento di alcuni lavori in una scuola. A seguito dell’incidente, i carabinieri della compagnia di Corigliano hanno avviato le indagini al fine di risalire alla dinamica dell’incidente, mentre il magistrato di turno ha disposto l’autopsia che avrebbe dovuto celebrarsi nella giornata di ieri.

L’amara sorpresa del medico legale arriva quando viene estratto il corpo dalla cella rinvenendolo in stato di decomposizione. Condizione imputabile al malfunzionamento delle celle frigorifere della camera mortuaria del cimitero di Corigliano. Una situazione che ha indotto i magistrati della procura della repubblica del tribunale di Castrovillari a disporre il sequestro delle celle al fine di accertare le responsabilità circa l’accaduto. Esame autoptico, dunque, rinviato a nuova data.  


Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top