«Le classi sono tuguri»: scoppia la protesta alla Città dei Ragazzi a Cosenza

VIDEO | La collocazione di alcune aule ricavate all'interno dello scrigno rosso non sarebbe idonea ad ospitare i bambini. Protesta dei genitori in cerca di soluzioni

324
di Salvatore Bruno
10 ottobre 2020
12:50
Sit-in di protesta di alcuni genitori davanti la Città dei Ragazzi
Sit-in di protesta di alcuni genitori davanti la Città dei Ragazzi

Alla Città dei Ragazzi di Cosenza si è lavorato molto per adattare gli ambienti ad aule scolastiche. Ma gli spazi erano stati originariamente concepiti per altre finalità, così in alcune classi si soffre per la carenza di finestre, luce ed anche per i servizi igienici non adeguati alle esigenze dei bambini.

Poca aria e poca luce

Questi nuovi plessi fanno capo al comprensivo Don Milani-De Matera. Un gruppo di rappresentanti di genitori si è riunito in un sit-in nella mattinata di oggi, sabato 10 ottobre, per richiamare le istituzioni affinché si trovi una soluzione, anche perché dalla prossima settimana inizia il tempo pieno ed i bimbi dovranno rimanere a scuola anche nelle ore pomeridiane.

Classi tugurio

Alcune aule sarebbero state ricavate nei corridoi: «Le abbiamo ribattezzate aule tugurio - dice una delle mamme protagoniste dell'iniziativa di protesta - Sono senza luce e senza aria. E poi anche i servizi igienici lasciano a desiderare». Le maggiori criticità riguardano lo scrigno rosso. Abbiamo raccolto la voce di alcuni genitori:

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio