Concorsi al Pugliese nel caos: Gratteri ai candidati: «Denunciate»

Un gruppo di aspiranti infermieri e operatori sociosanitari sono stati ricevuti nel pomeriggio di ieri dal procuratore della Repubbica del capoluogo

279
di Luana  Costa
1 agosto 2018
20:17

Denunciare. Non si è sbilanciato il procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri, nel ricevere nella sua stanza all'ultimo piano dell'edificio che accoglie la Corte d'Appello un drappello di candidati esclusi dai due concorsi banditi dall'azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio su cui da mesi imperversa una bufera mediatica. Dopo averli ascoltati, ha consigliato loro di sporgere denuncia negli uffici della Guardia di Finanza, ed è lì che con ogni probabilità già nei prossimi giorni i partecipanti alle selezioni si recheranno per mettere nero su bianco quello che hanno visto durante le cinque giornate di prove.

 

L'incontro, già programmato da giorni, ha galvanizzato il gruppo di candidati riuniti sotto il Palazzo di Giustizia alle 15.30 in punto. Non solo catanzaresi ma anche un buon numero di aspiranti infermieri e operatori sociosanitari provenienti dalle altre province che hanno sostenuto le prove preselettive. Nessuno, insomma, ha fatto mancare la presenza, neppure gli avvocati giunti persino dalla capitale per accompagnare gli assistiti nel colloquio informale con il procuratore capo. Oltre all'avvocato Stefania Valente, erano presenti Nerina Oliverio, Francesco Pullano, Giacomo Carbone e Luigia Lacerenza, del foro romano legale rappresentante di un gruppo di infermieri.

 

Univoco il messaggio lanciato da Nicola Gratteri e trapelato al termine del breve colloquio. E' infatti scontato che le denunce che saranno depositate provocheranno a cascata l'avvio di indagini per far luce sui chiacchierati concorsi, già sospesi in autotutela dai vertici aziendali dopo le pubbliche accuse lanciate dai partecipanti alle prove.

 

Luana Costa

 

LEGGI ANCHE:

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio