Lavoro in nero

Controlli a 45 esercizi nel Reggino: 16 aziende sospese e sanzioni per 250mila euro

I controlli sono stati condotti da personale dell'Inl della sede di Reggio Calabria, congiuntamente ai carabinieri del Comando per la tutela del lavoro
 

31
di Redazione
20 settembre 2022
18:02

Quarantacinque pubblici esercizi sono stati sottoposti a controllo nel reggino e in 16 di questi sono stati trovati lavoratori in nero. Nei confronti delle 16 aziende è stata disposta la sospensione dell'attività imprenditoriale.

I controlli sono stati condotti nell'ambito della vigilanza speciale "Sommerso e Sicurezza Estate 2022", da personale dell'Ispettorato nazionale del lavoro della sede di Reggio Calabria, congiuntamente ai carabinieri del Comando per la tutela del lavoro.


Le verifiche, svolte anche in orari serali e notturni, nonché nei giorni festivi, hanno permesso di accertare la presenza di 47 lavoratori completamente in nero, tra i quali un minore di età inferiore ai 15 anni, un lavoratore extracomunitario clandestino e 4 percettori del reddito di cittadinanza.

È stata anche rilevata l'omessa concessione del riposo settimanale ad un minore occupato. Nei confronti di 16 aziende è stata disposta la sospensione dell'attività imprenditoriale per impiego di manodopera in nero.

Per le violazioni accertate in materia di lavoro e legislazione sociale, nonché di sicurezza sui luoghi di lavoro, saranno contestate sanzioni amministrative per 250.120 euro. Gli ispettori hanno inoltre notificato un provvedimento di disposizione per il mancato rispetto di disposizioni del Contratto nazionale di lavoro applicato.

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top