Corigliano-Rossano, paziente da portare a Roma ma non ci sono soldi: il dirigente anticipa

Un 25enne di origini senegalesi affetto da tubercolosi doveva essere trasferito allo Spallanzani ma non c’erano fondi per le spese vive. Situazione sbloccata grazie all’iniziativa del medico

236
di Matteo Lauria
29 maggio 2021
20:36
Pronto soccorso di Rossano
Pronto soccorso di Rossano

Si libera un posto allo Spallanzani di Roma per un 25enne di origine senegalese affetto da turbecolosi ma il personale del 118 di turno si oppone al trasferimento per mancanza di liquidità necessaria alle spese vive ( pasti e costi di vario genere). È accaduto nel pomeriggio di oggi nel pronto soccorso di Rossano che ospita da oltre una settimana la degenza infettiva con tutte le ripercussioni del caso se si tiene conto che l’emergenza rossanese è un via vai di pazienti Covid.

La situazione si è sbrogliata solo quando il direttore della divisione Natale Straface, informato dell’accaduto, ha deciso di anticipare una somma consentendo finalmente il trasferimento.


Di solito il personale operante anticipa ogni spesa e poi l’ufficio economato rimborsa. Oggi, invece, l’équipe di turno si è opposta fino a quando non è arrivata la somma richiesta. Dipanato il contenzioso, l’ambulanza è partita. Non sono da escludere nelle prossime ore provvedimenti sull’accaduto.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top