Coronavirus, ad Acri troppi assembramenti: il sindaco chiude vie e piazze

Il primo cittadino Pino Capalbo, ha firmato un'ordinanza che dispone la chiusura nel fine settimana delle strade e delle piazze più frequentate

246
di Francesco Spina
11 marzo 2021
21:56
Corso Pertini ad Acri
Corso Pertini ad Acri

Con i contagi in aumento arriva un nuovo provvedimento del primo cittadino di Acri, Pino Capalbo, che dopo aver sospeso le attività didattiche in presenza per scuole elementari e medie ed aver disposto la chiusura, fino al 13 marzo, dell’istituto superiore “Falcone”, a seguito della positività di un collaboratore scolastico, ha firmato poco fa un’ordinanza – valida fino al 14 marzo – che dispone la chiusura al pubblico delle piazze e delle strade più frequentate del centro. «Nell’ultima settimana sono state emesse 252 ordinanze di quarantena – scrive Capalbo – di cui 44 da test antigenico e 208 da contatto stretto con i soggetti positivi al covid-19, di cui il 18% è riconducibile all’ambiente scolastico».

Fine settimana blindato

L’offensiva del sindaco agli assembramenti, prevede una sorta di coprifuoco anticipato nel fine settimana: «Dal 12 al 14 marzo, le vie, le piazze e le aree mercatali del centro cittadino saranno chiuse al pubblico – si legge nell’ordinanza – potrà essere garantito l’accesso ed il deflusso alle abitazioni private ed agli esercizi commerciali, ma davanti a questi ultimi non si potrà assolutamente sostare in presenza di più di quattro persone. Chi non rispetterà il provvedimento comunale, potrà essere sanzionato con una multa che va da 400 a 1.000 euro».


Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top