Primi effetti coronavirus in Calabria, voli cancellati e lavoratori in cassa integrazione

La cancellazione da parte delle compagnie aeree della maggior parte dei voli ha messo la società aeroportuale Sacal Gh nelle condizioni di dovere richiedere l’intervento per tutti i lavoratori

180
di T. B.
11 marzo 2020
11:10

Iniziano a farsi sentire le prime devastanti conseguenze economiche del coronavirus. La cancellazione da parte delle compagnie aeree nazionali ed estere della maggior parte delle tratte ha indotto la società aeroportuale Sacal a chiedere la cassa integrazione straordinaria per i propri lavoratori.

 

Lo rende noto il responsabile dell’area Risorse umane di Sacal Gh Andrea Falvo con una missiva indirizzata ai sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil-Trasporti, Ugl Trasporto aereo e Confindustria.

 

«La società Sacal Ground Handling intende procedere alla richiesta di intervento della cassa integrazione straordinaria – spiega Falvo -. L'intervento è motivato dalla perdurante e significativa contrazione della clientela e del volume di attività lavorativa conseguentemente alla congiunturale situazione sanitaria dovuta al virus Covid 19 che ha determinato la cancellazione e/o sospensione delle attività».

 

«La contrattazione – conclude - interesserà la totalità dei lavoratori che verranno sospesi a zero ore e/o regime di orario ridotto per una durata di 12 mesi a decorrere dal mese di aprile 2020».

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio