Coronavirus a Catanzaro, al via la consegna dei buoni spesa alle famiglie in difficoltà

La prima tranche di voucher sarà consegnata a domicilio per evitare assembramenti

9
di Redazione
16 aprile 2020
17:12
Il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo
Il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo

Al via da oggi la consegna dei buoni spesa per famiglie in difficoltà da parte dell'amministrazione comunale di Catanzaro con i fondi stanziati dal governo.
Lo rendono noto il sindaco Sergio Abramo e l'assessore alle politiche sociali Lea Concolino nell'evidenziare che la prima tranche di voucher – per i quali è stata completata la necessaria istruttoria – e a seguito tutte le altre riconosciute agli aventi diritto, saranno consegnate direttamente a domicilio dai volontari del gruppo comunale di Protezione civile, nel rispetto delle prescrizioni imposte a tutela della salute.

Una scelta, questa, è scritto in una nota, legata alle disposizioni per il contenimento del contagio da Covid-19 mirate ad evitare il pericolo di assembramenti, consentendo, al contempo, ai cittadini di non spostarsi da casa. I buoni potranno essere spesi nei circa cinquanta esercizi autorizzati in questa prima fase e presenti nell'elenco, pubblicato sul sito del Comune, che resterà comunque aperto a nuove adesioni secondo le modalità indicate nell'apposito avviso.

Operazioni proseguono in modo graduale

«L'obiettivo dell'amministrazione – commentano Abramo e Concolino – è quello di procedere nel più breve tempo possibile con la distribuzione a tutti gli aventi diritto. Consegnata la prima tranche, le operazioni proseguiranno in maniera graduale e continuativa in quanto gli uffici delle Politiche sociali stanno lavorando senza sosta per verificare e integrare le dichiarazioni fornite dai cittadini. Lo ribadiamo, l'iter è particolarmente complesso non solo per la notevole mole di domande pervenute, oltre 2400, ma soprattutto perché è necessario venire incontro alla stragrande maggioranza di utenti che non hanno correttamente compilato l'apposito modulo. Abbiamo accelerato il più possibile i tempi, anche con l'ausilio di strumenti informatici, così da venire incontro, celermente e nel rispetto delle procedure, ai bisogni delle famiglie in questo periodo di emergenza. Invitiamo, perciò, i cittadini interessati a non spostarsi da casa in quanto saranno preliminarmente contattati dal settore politiche sociali».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio