Coronavirus a Cetraro, il sindaco corre ai ripari e blinda la città per evitare nuovi contagi

Nell'ordinanza del primo cittadino Angelo Aita misure stringenti per cercare di fermare l'aumento delle infezioni da Covid-19

18 marzo 2020
12:31

Arriva una nuova ordinanza a firma del sindaco di Cetraro, Angelo Aita che, insieme alla giunta comunale, al presidente del Consiglio Comunale Carmine Quercia ed ai capi gruppi consiliari obbliga di osservare scrupolosamente le nuove disposizioni. «I prossimi giorni saranno cruciali per l'evolversi del contagio da Covid-19, purtroppo gli appelli per rimanere a casa-dice Aita- sono stati disattesi da molti miei concittadini: vengono messi in atto artifici per uscire dalle proprie abitazioni».

 

Città blindata

Coloro i quali non hanno residenza, domicilio o che non possono comprovare la loro presenza per motivi di lavoro o di salute, non possono più entrare nel territorio comunale di Cetraro. È vietato circolare a piedi in 2 o più persone È vietato fino a nuova disposizione sostare o frequentare il lungomare del borgo, il lungomare di Lampezia, piazza San Marco, piazza Veneto-Trentina, piazza del Popolo e il parco giochi Baden-Powell. È vietata qualsiasi attività ludica, sportiva e motoria lungo le strade del comune di Cetraro , sulle spiagge o presso l’area portuale. Le predette attività possono essere svolte da soli e solo per motivi di salute dalle 6 alle 8 del mattino. Divieto assoluto nei giorni di sabato e domenica. Le esigenze dei propri animali da affezione devono essere espletate in prossimità del proprio domicilio, avendo cura di lasciare puliti i luoghi del bisogno.

 

Mobilità limitata

Sono vietate le visite ai defunti ai cimiteri del territorio comunale, garantendo le sole operazioni di tumulazione È vietato ai commercianti ed ai singoli l’acquisto e la messa in vendita di prodotti agro-alimentari, non preconfezionati, provenienti dai comuni della Campania chiusi dal Presidente della suddetta regione e precisamente Ariano Irpino, Atena Lucana, Caggiano, Polla e Sala Consilina. Per i fumatori è consentito l’acquisto nei tabaccai solo 2 volte a settimana. Non è consentito allo stesso nucleo familiare fare la spesa per più di 1 volta al giorno e nel numero di 1 persona a famiglia. Le mascherine sono obbligatorie quando si entra negli esercizi commerciali e negli uffici pubblici. Tutte le attività commerciali e non, escluse farmacie e parafarmacie di turno e le edicole per la sola vendita di giornali, dovranno rimanere chiuse la domenica.

 

Quarantena obbligatoria

Dal 17 marzo chiunque abbia frequentato il comune di San Lucido o sia venuto a contatto con soggetti positivi al Covid-19 nei 14 giorni precedenti sono posti in quarantena obbligatoria con comunicazione immediata alle autorità locali e sanitarie. Dal 15 marzo chiunque abbia frequentato i comuni di Ariano Irpino, Atena Lucana, Caggiano, Polla e Sala Consilina, dovrà porsi in quarantena obbligatoria con comunicazione immediata alle autorità locali e sanitarie.

 

Francesca Lagoteta

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio