Coronavirus, emigrato Usa manda 3mila mascherine in Calabria

Succede a Soveria Simeri, nel catanzarese. Il sindaco: «Ringrazio il nostro concittadino, le radici sono parte di noi e non si dimenticano mai»

di Redazione
28 marzo 2020
15:57

Vive negli Stati Uniti ormai da anni, ma l’attaccamento per il suo paese d’origine è tale da averlo indotto a spedire tremila mascherine protettive che potranno aiutare i suoi concittadini a meglio affrontare l’emergenza coronavirus. È accaduto a Soveria Simeri, piccolo centro in provincia di Catanzaro, e a darne notizia è il sindaco Amedeo Mormile.

 

«Da giorni - ha affermato il primo cittadino - sono in contatto con il nostro amico Mario Marino, da anni rientrato negli Stati Uniti d’America ma con il cuore e con la mente sempre con noi e con la nostra Soveria». Mormile ha sottolineato che «non è stato facile perché la crisi sta colpendo duramente anche gli Stati Uniti, nonostante ciò è riuscito a recuperare oltre 3mila mascherine ed a spedirle. Si tratta di mascherine riutilizzabili ed igienizzabili, già arrivate a Soveria, che, in ottemperanza alle disposizioni ministeriali, saranno distribuite prioritariamente alle categorie deboli, agli uffici, agli esercizi ed attività commerciali operanti sul territorio del comune e, infine, ai capifamiglia secondo ordine decrescente di età. Ringrazio di vero cuore Mario e l’intera famiglia Marino per il gentile gesto – ha concluso il sindaco Mormile - per l’affetto e l’attaccamento che ha verso la nostra Soveria: le radici sono parte di noi e non si dimenticano mai».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio