Coronavirus, salgono i contagi nel Reggino: a Giffone 43 casi

Nel piccolo centro cresce la preoccupazione dopo gli ultimi risultati dei tamponi. Le scuole resteranno chiuse, sospeso anche il mercato rionale (ASCOLTA L'AUDIO)

228
di Redazione
27 ottobre 2020
10:16
Giffone, foto dal sito del Comune
Giffone, foto dal sito del Comune

Sale vertiginosamente il numero dei contagiati da coronavirus a Giffone, piccolo centro del Reggino di 2mila abitanti. A comunicare i dati ufficiali è l’amministrazione che riferisce in totale di 43 casi, due dei quali ricoverati.

 


Le attività di screening fin qui si sono svolte in due giornate. Il 22 ottobre è stato aperto un gazebo nell'area frontale alla scuola. In questa occasione sono stati somministrati 64 tamponi, di cui 29 sono risultati positivi. Quest'ultimo numero è da aggiungere a quello dei primi contagiati, la cui scoperta aveva fatto parlare di un vero e proprio focolaio. Una seconda azione di screening è stata eseguita ieri con l'esecuzione di 45 tamponi, dei quali si attende per oggi il risultato. Nel piccolo centro aspromontano si continua quindi a vivere ore d'ansia, in cui non si esclude la probabilità che la Regione istituisca una zona rossa, a seguito di quelli che ormai l'opinione pubblica locale definisce senza dubbio le vere cause scatenanti della propagazione del contagio, segnatamente una battuta di caccia e un funerale che ha registrato grande partecipazione.

La nota del sindaco

I risultati dei tamponi effettuati lo scorso 22 ottobre, sono giunti proprio in queste ore: «Coloro i quali risultano positivi - conferma il sindaco Antonio Albanese - sono stati regolarmente avvisati e si trovano già in quarantena o isolamento domiciliare. Qualora qualcuno dei cittadini contagiati non dovesse essersi uniformato all’obbligo di isolamento, deve immediatamente adempiere a tale disposizione. Stesso dicasi per coloro i quali devono collocarsi in quarantena fiduciaria. L’Amministrazione - evidenzia il primo cittadino - è in stretto contatto con l’Autorità sanitaria di competenza per assumere le determinazioni del caso, per garantire la massima tutela della salute pubblica. Si prega di mantenere la calma e continuare a rispettare le normative anticontagio, evitando inutili e controproducenti allarmismi e soprattutto la diffusione di notizie non ufficiali».

Scuole chiuse

Le scuole restano chiuse fino al 30 ottobre e il mercato rionale di oggi è sospeso. A salvaguardia della salute pubblica, l’amministrazione sta adottando tutte le misure necessarie per prevenire e contrastare il propagarsi dell’epidemia da Covid-19.

 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio