De Raho e Gratteri: «Depositi pieni di cocaina». Il Covid-19 non ferma i traffici di droga

L'invito del procuratore nazionale antimafia e del capo della Dda di Catanzaro a non abbassare la guardia: «Le mafie continuano a importare ed esportare sostanze stupefacenti nonostantel'emergenza sanitaria»

138
di Redazione
31 marzo 2020
13:44
Cocaina
Cocaina

Le mafie in questo momento sono più libere di muoversi. È la posizione del procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho intervenuto a 24Mattino di Simone Spetia e Maria Latella su Radio 24: «Ad alto livello le mafie continuano a muoversi sui porti della fasci tirrenica nazionale, su quelli spagnoli o quelli del nord Europa, come Anversa o Rotterdam. In quei porti i container con tonnellate di cocaina continuano ad arrivare e vengono poi immesse nel mercato».

I traffici di droga non conoscono crisi

«La criminalità del trasporto dei grandi quantitativi di stupefacenti – sostiene Cafiero De Raho - in questo momento ha maggiore facilità a muoversi, laddove l'attenzione è tutta rivolta a contrastare i traffici di mascherine e materiale di protezione c'è probabilmente un allentamento sugli altri fronti. Su questo bisogna prestare attenzione se fino al mese scorso venivano sequestrate tonnellate di cocaina e oggi non vengono sequestrate evidentemente c'è qualcosa che non va - ha concluso - La criminalità ha continuato a importare e esportare sostanze stupefacenti e bisogna mantenere il controllo altissimo».

Gratteri: «Ci sono depositi carichi di cocaina»

A fargli eco, il procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri, ospite di Radio Capital: «L'emergenza coronavirus non ha fermato i traffici di droga. In Colombia, Bolivia e Perù - ha detto - c'è difficoltà a reperire precursori chimici, che vengono dalla Cina, per lavorare la pasta di coca. La produzione quindi è rallentata, ma sono tanti i depositi di tonnellate di cocaina... pensate alla Spagna, dove ci sono colonie di colombiani che hanno stoccato anche dieci tonnellate, e all'Afghanistan, dove ci sono tonnellate di eroina pronte ad arrivare in Europa. Il problema non c'è. La riprova che non c'è crisi è il prezzo, che è rimasto invariato».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio