Coronavirus, a Sinopoli secondo caso: è un operaio del porto di Gioia Tauro

Non metterebbe piede al terminal dal 4 marzo scorso a causa di un intervento chirurgico. È il figlio della donna ricoverata ieri al Grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria

di Francesco Altomonte
31 marzo 2020
16:07

C'è un nuovo positivo al Covid-19 a Sinopoli, piccolo comune dell'Aspromonte. Si tratta del figlio della donna ricoverata ieri al Grande ospedale metropolitano perché risultata positiva al tampone. E subito dopo avere riscontrato la positività della madre, anche l'uomo è stato sottoposto al test e stamattina è risultato positivo al Covid-19.

 

Secondo quanto appreso, pare che l'uomo sia un operaio del porto di Gioia Tauro anche se fonti interne al terminal sostengono che non lavorasse dal 4 marzo scorso, perché sottoposto a un intervento chirurgico. Si trovava in convalescenza, quindi, nel momento in cui avrebbe contratto il virus.

 

Le sue condizioni, febbre molto alta e saturazione a 92, hanno spinto i sanitari che stavano seguendo il suo caso a farlo ricoverare al Grande ospedale metropolitano. 

 

Tutti i familiari e le persone che sono entrate in contatto con la donna e suo figlio sono stati sottoposti a tampone. l'esito dovrebbe arrivare nelle prossime ore. 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio