Cosenza, l’allarme del primario: «Troppa gente in giro, rimanete a casa»

Appello del direttore dell’Unità operativa di malattie infettive Antonio Mastroianni: «Mai vista tanta gente in città durante l’emergenza pandemica»

di Salvatore Bruno
1 aprile 2020
19:38

Saranno le statistiche positive degli ultimi giorni o la disposizione con cui è stato concesso di portare i bambini a passeggio nei pressi della propria abitazione. Oppure il pagamento delle pensioni. Il flusso delle auto a Cosenza è in costante aumento, troppo a ben guardare.

Il medico preoccupato

Se n’è accorto anche il direttore dell’Unità operativa di malattie infettive Antonio Mastroianni dell’Azienda Ospedaliera, in prima linea nella lotta al coronavirus fin dall’inizio dell’emergenza. Il primario è uno di quei medici che entra in reparto all’alba e che stacca a notte fonda per rientrare a casa e concedersi poche ore di sonno.

La denuncia su facebook

Eppure anche nel cuore della notte gli capita di incrociare persone a spasso: «Da alcuni giorni a Cosenza il traffico di auto circolanti sta ritornando quello abituale, da ieri in particolare ed oggi non sembra di essere in fase restrittiva da Covid» denuncia con un post sui social.

«Mai visto un simile passeggio di persone e di bambini in questa fase di pandemia. Da professionisti in prima linea – ammonisce - siamo estremamente preoccupati per quello che sta succedendo. È assolutamente sconsiderato che la gente riprenda le solite abitudini. Tutto questo eleva enormemente il rischio di nuovi contagi e di prossimi nuovi ed Infiniti casi di malattia. Rimanete in casa per amore del Cielo».

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio