Coronavirus Cosenza, un'altra vittima all'Annunziata: aveva 69 anni

Superata la soglia dei 1.500 casi attivi in tutta la provincia. 84 ricoveri nei reparti dell'Azienda ospedaliera. Si lavora per ampliare a venti posti la disponibilità del Giannettasio di Rossano

47
di Salvatore Bruno
7 novembre 2020
22:11
L’ospedale dell’Annunziata di Cosenza
L’ospedale dell’Annunziata di Cosenza

Ha toccato quota 52 il numero delle persone con Covid decedute nel cosentino. Anche oggi il bollettino registra una nuova vittima, un uomo di 69 anni morto poco dopo il suo arrivo all’Annunziata dove ne era stato disposto il ricovero in rianimazione.

Il quadro della situazione

Sono 1565 i casi attivi in tutta la provincia, con un incremento di 94 unità rispetto alle 24 ore precedenti. A domicilio i soggetti con Covid sono 1479 di cui 224 sintomatici. Segnalati poi 84 soggetti in cura nei reparti dell’Azienda Ospedaliera, di cui 15 in rianimazione, quattro dei quali in terapia intensiva. Tra questi, secondo quanto si è appreso, ci sarebbero quattro ospiti di Villa Marta, la casa di riposo di Spezzano della Sila dove è emerso un nuovo focolaio.


Nuove assunzioni a Rossano

Altri due pazienti poi, sono stati trasferiti dalla pneumologia dell’Annunziata al centro Covid dell’Ospedale Giannettasio dove, secondo alcune indiscrezioni, l’Asp è in procinto di assumere almeno quindici nuovi Oss attingendo ad una graduatoria aperta in provincia di Crotone. L’obiettivo è quello di ampliare il reparto del nosocomio jonico fino a venti posti.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio