Coronavirus Cosenza, un caso positivo in ospedale forse legato al focolaio della Presila

Degente del reparto di ortopedia e traumatologia dell'Annunziata positivo al tampone dopo aver ricevuto la visita di un familiare proveniente da Casali del Manco e oggi a sua volta in isolamento perché risultato affetto dal Covid

191
di Salvatore Bruno
19 ottobre 2020
16:16
L’ingresso dell’ospedale dell’Annunziata di Cosenza
L’ingresso dell’ospedale dell’Annunziata di Cosenza

Sembra che derivi dal focolaio di Casali del Manco e Celico anche il contagio registrato nei giorni scorsi all'interno della Ortopedia e Traumatologia dell'Annunziata di Cosenza.

Solo casi urgenti

Il reparto attualmente eroga in via temporanea solo i servizi sanitari urgenti, in attesa di completare le operazioni di sanificazione, dopo che un degente è risultato affetto da coronavirus. Secondo quanto si è appreso, in fase di ricovero il paziente era stato controllato attraverso l'esecuzione di un tampone rinofaringeo, con esito negativo.


Il mistero del secondo tampone

Un secondo tampone effettuato alla vigilia dell'intervento chirurgico cui doveva essere sottoposto, aveva invece rilevato la presenza del Covid. L’indagine epidemiologica, avviata nell’immediatezza della scoperta, ha consentito di risalire al probabile responsabile del contagio: un visitatore proveniente dall'area della Presila, oggi zona rossa, anch'egli risultato positivo nei giorni successivi al suo ingresso in ospedale. La direzione sanitaria ha deciso di inibire in via precauzionale, l’accesso in reparto a visitatori e familiari, fino a nuove disposizioni.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio