Cosenza, morte donna incinta: l'ospedale apre un'indagine interna

Lo ha reso noto la direzione generale dell'Azienda. Espressi cordoglio e vicinanza ai familiari. La Procura ha sequestrato le cartelle cliniche e messo sotto indagine i medici che avevano visitato la paziente

55
di Salvatore Bruno
22 agosto 2020
14:38
La sede della Direzione generale dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza
La sede della Direzione generale dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza

La direzione generale dell'Azienda Ospedaliera di Cosenza, ha avviato una indagine interna per accertare le cause della morte della giovane Mariangela Colonnese, la donna 34enne di Longobardi, deceduta al sesto mese di gravidanza nel reparto di ostetricia e ginecologia dell'Annunziata di Cosenza.

 

Nel rendere nota la decisione, i vertici dell'ente hanno anche espresso cordoglio e vicinanza ai familiari della vittima.

Sequestrate le cartelle cliniche

Intanto il pm di turno, Donatella Donato, dopo aver disposto il sequestro delle cartelle cliniche relative sia al primo accesso al pronto soccorso ginecologico, sia al breve periodo di degenza in corsia, ha iscritto nel registro degli indagati i medici che hanno visitato la sfortunata paziente, il cui cuore ha cessato di battere la sera del 20 agosto.

 

Un atto dovuto, quello del magistrato, per consentire ai medici stessi, di nominare un perito di loro fiducia in vista della esecuzione dell'esame autoptico già in calendario per lunedì 24 agosto.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio