Cosenza, irruzione della polizia nella roccaforte del clan degli zingari

Sequestrati 50 grammi di eroina e 22 cartucce. 130 le persone identificate. Denunciato un minore per spaccio

7
di Salvatore Bruno
18 gennaio 2020
13:29

Due involucri contenenti eroina per un peso di circa 50 grammi e dieci cartucce calibro 22 custodite all’interno di un pacchetto di plastica per dolcificante, sono stati rinvenuti dagli agenti della polizia a Cosenza, nel corso di un controllo straordinario predisposto in alcuni quartieri considerati ad alta densità criminale.

Controlli serrati e perquisizioni

In particolare, con il supporto di personale della squadra volante e del reparto prevenzione crimine Calabria Settentrionale, sono state identificate 130 persone, di cui 25 con precedenti, controllate 55 autovetture, elevate 15 sanzioni per violazione del Codice della Strada, effettuate nove perquisizioni domiciliari, personali e veicolari.

Il materiale illecito nascosto nelle cassette Telecom

Nel quartiere roccaforte del cosiddetto clan degli zingari, la droga e le cartucce sono state trovate all’interno di cassette di derivazione della Telecom situate nell’androne di alcuni palazzi. Il materiale, dopo i rilievi tecnici del locale Gabinetto di Polizia Scientifica, è stato posto sotto sequestro per ulteriori accertamenti investigativi.

Minore sorpreso mentre cedeva droga

Durante i controlli, è stato inoltre sorpreso in flagranza di reato e deferito alla Procura della Repubblica per i minori di Catanzaro, un diciassettenne nel mentre effettuava una cessione di sostanza stupefacente, ad un altro ragazzo anch’esso minorenne.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio