Cosenza, l'ex comandante dei vigili del fuoco Cundari condannato a 5 anni per aver chiesto mazzette

Il dirigente 56enne aveva ottenuto una tangente di 15 mila euro da un imprenditore che intendeva realizzare una stazione di servizio a Montalto Uffugo

di Salvatore Bruno
22 giugno 2021
17:57

L’ex comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di Cosenza Massimo Cundari, 56 anni, è stato condannato con il rito abbreviato alla pena di cinque anni di reclusione per i reati di concussione e falso. La sentenza di primo grado è stata emessa dal Gup del Tribunale di Cosenza Salvatore Carpino.

Il sostituto procuratore Giuseppe Visconti aveva invece invocato una condanna a sette anni. Difeso dall’avvocato Nicola Carratelli, Cundari secondo l’accusa avrebbe costretto un’azienda operante nel settore del commercio di gpl a promettergli la somma di 15.000 euro per non creare intoppi sulle procedure di rilascio delle necessarie autorizzazioniper realizzare una stazione di servizio a Montalto Uffugo.


Nei giorni scorsi, inoltre, nei confronti dello stesso Cundari, il gip ha disposto il sequestro preventivo di poco meno di 40.000 euro, somma che l’ex comandante ha versato sui propri conti correnti tra il 2018 e il 2020. Tale cifra è ritenuta dai magistrati di provenienza non giustificata. Attualmente Massimo Cundari è detenuto ai domiciliari.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top