Cosenza, picchiava la moglie e la suocera: 29enne allontanato da casa

Provvedimento restrittivo emesso dal gip del tribunale su richiesta della procura. Le indagini svolte dagli agenti della sezione specializzata nel perseguire reati contro le donne e i minori

103
di Salvatore Bruno
28 maggio 2020
17:38

Continuava a maltrattare la suocera e la moglie, anche davanti ai figli minori, uno dei quali nato da pochi giorni. Per questo il Gip del tribunale di Cosenza, su richiesta della locale Procura, ha emesso nei confronti di un 29enne pregiudicato la misura dell'allontanamento dall'abitazione di residenza ed il contestuale divieto di avvicinamento alla vittima.

Pregiudicato tossicodipendente

Il provvedimento restrittivo è stato eseguito dagli agenti della terza sezione della squadra mobile, specializzata nel perseguire reati contro le donne e i minori. Secondo le indagini svolte dalla polizia l'uomo, anche a causa della sua condizione di tossicodipendenza, si rendeva protagonista di reiterate condotte di vessazione fisica e psicologica verso le due donne, costantemente minacciate ed aggredite.

Botte anche in stato di gravidanza

Gli agenti hanno così ricostruito una lunga serie di violenze, in alcuni casi culminate anche con lesioni. L’indagato, ubriacandosi quotidianamente, picchiava e ingiuriava la compagna anche durante le gravidanze. A suo carico l'accusa è quella di maltrattamenti in famiglia.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio