Cosenza, i manifestanti di “Stutamu Salvini” violano la zona rossa

La contestazione pacifica è seguita dalle forze dell’ordine. Tra i partecipanti anche il giovane che sabotò l’audio durante il comizio del leader della Lega a Soverato

952
di Redazione
24 settembre 2019
17:59
Uno degli striscioni di protesta
Uno degli striscioni di protesta

Un gruppo di componenti del Comitato "Stutamu Salvini" (Spegniamo Salvini) ha violato a Cosenza la "zona rossa" delimitata dalla Questura in prossimità del Teatro Morelli, dove alle 18.30 è prevista la manifestazione cui parteciperà il segretario della Lega. Si tratta, al momento, di un'invasione del tutto pacifica e senza intemperanze. La Questura di Cosenza, ieri, aveva negato l'autorizzazione per lo svolgimento della manifestazione di dissenso nei confronti di Salvini. Le forze dell'ordine si stanno limitando, al momento, a tenere sotto controllo la situazione.

 

Tra coloro che stanno partecipando a Cosenza alla manifestazione c'è anche Francesco Noto, il giovane che il 10 agosto scorso a Soverato sabotò l'impianto di amplificazione allestito per la manifestazione con il segretario della Lega ed all'epoca ministro dell'Interno. Noto, che è uno dei promotori della protesta contro Salvini, è tra quanti hanno scavalcato la "zona rossa" delimitata dalla Questura di Cosenza in prossimità del Teatro Morelli.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio