Covid, a Rende sfondato il tetto dei 400 contagi: il sindaco chiude le scuole per una settimana

Positivi quasi raddoppiati in pochi giorni. Interi nuclei familiari in quarantena, curva risalita dopo le feste di Pasqua

di Alessia Principe
12 aprile 2021
16:18

Dopo Cosenza e Mendicino, anche Rende chiude. Il sindaco Marcello Manna, al termine di un riunione con il presidente della Provincia, Franco Iacucci, ha messo la firma sull’ordinanza che sbarra le scuole rendesi, di ogni ordine e grado, fino a lunedì prossimo.

Da giorno 13 aprile 2021 fino al 17 aprile 2021 compreso, sull’intero territorio del Comune di Rende, è prevista la sospensione in via cautelativa delle attività in presenza dei servizi educativi per l'infanzia, della scuola dell'infanzia, della scuola primaria, della scuola secondaria di primo grado e della scuola secondaria secondo grado. Il tutto sia per le scuole pubbliche che per le scuole private. Il sindaco ordina altresì, da giorno 13 aprile 2021 fino al 17 aprile 2021 compreso, il divieto categorico di assembramenti nelle seguenti zone oggetto di particolare affollamento: piazza G. Matteotti, piazza Unità d’Italia, piazza Santo Sergio, Via G. Rossini, Via Marconi e relativa viabilità di accesso.


I contagi nell’intera area di Cosenza e provincia stanno toccando livelli record e il tracciamento diventa sempre più difficile tanto da essere quasi sfuggito di mano. In tanti si trovano nella condizione non riuscire a contattare i centralini dell’Asp per segnalare la propria positività, dopo aver effettuato i test antigenici a pagamento, quindi il numero dei contagiati potrebbe essere molto più alto di quello registrato.

Aumento esponenziale

Solo a Rende, dai 270 contagi della scorsa settimana si è passati ai 300 di venerdì e oggi sono più di 400. Numeri da allarme rosso che arrivano sulla scia della Pasqua. Nonostante durante le festività l’intero territorio nazionale fosse stato dichiarato Zona rossa, questo non è bastato a scongiurare il rischio di un innalzamento della curva epidemiologica. Le positività, infatti, spiegano dalla Protezione civile rendese, si stanno riscontrando soprattutto all’interno di singoli gruppi familiari, bambini e adolescenti compresi, e questo ha fatto rompere gli indugi a Manna che, dopo la pronuncia del Tar di due mesi fa, aveva mantenuto la linea della prudenza sul punto scuole.

La pressione sull’ospedale dell’Annunziata è ormai insopportabile, e dopo il caso scoppiato in una scuola di Quattromiglia, e le positività in aumento su tutto il territorio, il sindaco di Rende, con in mano i numeri degli ultimi giorni, ha deciso di chiudere gli istituti scolastici per arginare l’ondata, sulla falsa riga di Mario Occhiuto (che ha firmato l'ordinanza ieri notte).

Due numeri per le prenotazioni degli over 80

Intanto la Protezione civile di Rende ha attivato due numeri per le prenotazioni degli ultraottantenni, per venire in soccorso all’Asp che non riesce a far fronte alle tantissime chiamate degli ultimi giorni. I numeri da chiamare che saranno attivi da martedì 13 aprile, dalle ore 9:30 alle ore 12:30 da lunedì a venerdì sono 0984-8284492/ 0984-8284290.

 

 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top