Quarta ondata

Covid, in Calabria il contagio corre: superata la soglia dei ricoveri in area medica ma l’Intensiva regge

L'ultima rilevazione dei dati pubblicati dall'Agenzia nazionale per i servizi sanitari fa segnare lo sforamento del tetto del 30%, uno dei parametri da cui dipende la zona arancione. Ma nei reparti con i malati più critici la situazione è ancora entro i limiti della zona gialla 

128
di Redazione
4 gennaio 2022
12:01

Il Covid non si ferma più. Dall’ultima rilevazione dei dati pubblicati da Agenas (Agenzia nazionale per i servizi sanitari), la Calabria resta ancora in bilico tra la zona gialla e quella arancione.

Nella settimana che va dal 27 dicembre al 2 gennaio ha un’incidenza di casi ogni 100mila abitanti pari a 471.05, più che raddoppiata rispetto ai sette giorni precedenti (227,67 casi per ogni 100mila abitanti). Preoccupa anche l’occupazione dei posti letto negli ospedali, ma, fortunatamente, sembrano reggere i ricoveri in rianimazione: la percentuale dei ricoveri in area medica si attesta al 31% (soglia critica per il passaggio in zona arancione 30%), dato tra i peggiori in Italia; la percentuale di occupazione delle terapie intensive resta stabile al 15% (soglia critica per il passaggio in zona arancione 20%) e permette alla Calabria di permanere nella fascia con minori restrizioni.


I dati regione per regione

Nei reparti ospedalieri crescono i ricoveri di pazienti Covid con sintomi. A livello nazionale il tasso di occupazione di posti letto sale al 19% e, in 24 ore, cresce in 17 regioni. Le situazioni più critiche, e ampiamente sopra la soglia del 15%, sono: Valle d'Aosta (45%, con un balzo del +9%), Calabria (31%) e Liguria (30%). A crescere, sono anche: Abruzzo (al +15%), Campania (18%), Emilia Romagna (17%), Friuli (24%), Lazio (17%), Lombardia (21%), Pa di Bolzano (17%), Piemonte (23%), Puglia (11%), Sardegna (11%), Sicilia (24%), Toscana (15%), Umbria (24%), Veneto (20%). Lo evidenziano i dati Agenas del 3 gennaio.

I posti letto in terapia intensiva occupati da pazienti con Covid-19 salgono al 15% a livello nazionale e, nelle ultime 24 ore, crescono in 9 regioni: Friuli Venezia Giulia (al 17%), Lazio (17%), Marche (21%), Molise (5%), Provincia Autonoma di Bolzano (18%), Piemonte (18%), Puglia (7%), Sardegna (9%), Umbria (12%). Restano ferme, ma ampiamente oltre la soglia del 10%, in Abruzzo (al 12%), Calabria (15%), Emilia Romagna (15%), Provincia Autonoma di Trento (24%), Sicilia (13%), Toscana (15%), Veneto (19%).

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top