Covid nel Crotonese, impennata di contagi a Rocca di Neto: chiesta la zona rossa

Intanto, il sindaco Dattolo ha firmato un’ordinanza che prevede la chiusura di scuole, uffici comunali e luoghi di aggregazione fino al 15 maggio (ASCOLTA L'AUDIO)

136
di Francesca Caiazzo
9 maggio 2021
19:12

Aumentano i contagi da Covid a Rocca di Neto e il sindaco, Alfonso Dattolo, adotta misure più restrittive per contenere la diffusione del virus, in attesa dell’eventuale istituzione della zona rossa come già richiesto ufficialmente alla Regione Calabria dall’Asp di Crotone.

L’ordinanza

È di oggi l’ordinanza firmata dal primo cittadino che dal 10 al 15 maggio prevede limitazioni alla circolazione di venditori ambulanti, la sospensione del mercato rionale, la chiusura di villette comunali e spazi di aggregazione pubblica. Con il provvedimento, Dattolo ha disposto anche la chiusura al pubblico degli uffici comunali e la sospensione delle attività didattiche in presenza di tutte le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale.


Verso la zona rossa

La situazione epidemiologica a Rocca di Neto è peggiorata negli ultimi giorni: nelle sole giornate di venerdì e sabato si sono rilevati 35 positivi in più, che portano i casi attualmente attivi nella cittadina a 54 (3 dei quali registrati nella giornata di oggi). Ci sarebbero poi altri 35-40 soggetti risultati positivi al test antigenico, che sono in attesa di sottoporsi al tampone molecolare.

Numeri che, come aveva anticipato Dattolo in una diretta su Facebook, hanno portato il direttore ad interim del Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Crotone, Francesco Pugliano, a proporre al presidente della Regione Calabria l’istituzione della zona rossa nel Comune «almeno per 10 giorni».

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top