Covid, per l'Istituto superiore di sanità rischio basso in Calabria: zona gialla sempre più vicina

Il report si riferisce al periodo 18-24 gennaio. Solo l'Umbria rimane con una classificazione complessiva di rischio alta (ASCOLTA L'AUDIO)

29 gennaio 2021
16:02

Zona gialla sempre più vicina in Calabria. È quanto si deduce dal report settimanale di monitoraggio di ministero della Salute e Iss, riferita al periodo 18-24 gennaio che inserisce la regione tra quelle a rischio basso insieme a Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Molise (ad alto rischio progressione), Piemonte, Sardegna, Sicilia, Val d'Aosta e Veneto.

Solo una Regione, l'Umbria, rimane con una classificazione complessiva di rischio alta (contro 4 della scorsa settimana), mentre 10 Regioni sono classificate con rischio moderato.


«Questa settimana - si legge nel rapporto - si continua a osservare un miglioramento del livello generale del rischio, con un aumento significativo di Regioni a rischio basso secondo il DM del 30 Aprile 2020. Complessivamente, una sola Regione ha una classificazione di rischio alto (vs quattro la settimana precedente), dieci con rischio moderato (di cui una ad alto rischio di progressione a rischio alto nelle prossime settimane) e dieci con rischio basso. Una Regione (Molise) ha un Rt puntuale maggiore di 1 anche nel limite inferiore compatibile con uno scenario di tipo 2. Le altre Regioni/PPAA hanno un Rt puntuale compatibile con uno scenario tipo uno». 

Le regioni con rischio moderato sono Abruzzo, Fvg, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Provincia di Bolzano (ad alto rischio di progressione), Provincia di Trento, Puglia e Toscana.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top