Crotone, Forum Terzo Settore: «Il Comune partecipi al bando del Mit»

Per il portavoce dell'organizzazione nazionale De Lucia è importante aderire all’iniziativa ministeriale: Programma innovativo per la qualità dell’abitare. La scadenza è prevista per il 16 marzo e può rappresentare un’occasione per cambiare il volto della città intervenendo nei quartieri

5
di Redazione
2 febbraio 2021
14:16

L’amministrazione comunale di Crotone non perda l’opportunità di partecipare al bando Programma innovativo per la qualità dell’abitare. È l’appello del portavoce del Forum del Terzo Settore della provincia di Crotone, Pino De Lucia, che auspica l’adesione del Comune pitagorico all’iniziativa.

Un’occasione per Crotone

«Il rilancio del nostro territorio – scrive De Lucia in una nota - richiede un forte impegno e soprattutto risorse che spesso non mancano, bisogna soltanto avere la capacità di attrarle. È il caso del “Programma innovativo per la qualità dell’abitare” del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che, con una dotazione di 853 milioni di euro, mira a riqualificare e incrementare il patrimonio destinato all'edilizia residenziale sociale. Una grande occasione che potrebbe essere colta da Crotone, visto che i fondi sono riservati alle Regioni e ai Comuni con più di 60.000 abitanti, e soprattutto considerato che un occhio di riguardo sarà senz’altro riservato alle aree che presentano maggiori indicatori di svantaggio, e su questo infelice terreno è davvero difficile non essere competitivi».


Rigenerare e valorizzare

«Il programma, previsto nella Legge di bilancio 2020, si pone l’obiettivo di rigenerare il tessuto socio-economico, ma – continua De Lucia - anche di incrementare l'accessibilità, la sicurezza dei luoghi e la rifunzionalizzazione di spazi e immobili pubblici, puntando in tal modo al miglioramento della coesione sociale e della qualità della vita dei cittadini. Le proposte progettuali potranno puntare anche alla valorizzazione dei beni culturali, ambientali e paesaggistici con recupero e riuso di testimonianze architettoniche significative e di parti di città cosiddette identitarie».

Tanto da fare nei quartieri

«Il bando, nell’ottica della condivisione di politiche di inclusione sociale e di benessere cittadino, prevede – prosegue la nota - il coinvolgimento degli operatori del terzo settore. Da alcune settimane sono numerosi i comuni che pubblicano manifestazioni di interesse per acquisire proposte progettuali dirette alla riduzione del disagio abitativo e insediativo, con particolare riferimento alle periferie. La possibilità di elaborare interventi da 15 milioni di euro non può che suscitare un forte interesse e potrebbe attivare la produzione delle idee più disparate con cui cambiare il volto della nostra città. Cosa si potrebbe fare con queste risorse nei nostri quartieri? Sicuramente tanto. Perciò auspichiamo che Crotone non perda questa occasione. Entro il 16 marzo va presentata la proposta preliminare, mettiamocela tutta, facciamo squadra ed anche in questa partita il terzo settore non si tira certo indietro».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top