Danneggiato il presepe di Curinga: vandali in azione nel Lametino

Dopo la decapitazione della statua della Madonna col Bambino a Briatico un altro gesto sacrilego in Calabria. Lo sdegno della comunità

346
di T. B.
29 dicembre 2019
13:39

Statuine rotte, altre rovesciate, altre ancora rubate. Un vero e proprio raid vandalico. È quanto accaduto al presepe di Curinga e che ha lasciato attonita ed indignata tutta la comunità oltre ad avere causato la chiusura anticipata del presepe stesso. A denuciare l’accaduto una delle volontarie che lo cura.

«È grave che oggi esistano ancora persone capaci di commettere un gesto così aberrante come quello di danneggiare il nostro presepe. I curinghesi hanno apprezzato i segni del Natale presenti in tutto il paese, specialmente il presepe che nasce da uno spirito di generosità ed amore per questa terra. Rovinare il presepe – commenta il Movimento – significa non solo e non tanto danneggiare un bene di tutti, ma colpire la nostra comunità».

 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio