Diamante, Magorno si oppone all'installazione del 5G

Il sindaco firma due ordinanze per bloccare la sperimentazione dei nuovi impianti per la telefonia mobile. «Mancano studi preliminari sul rischio sanitario»

17
di Redazione
23 maggio 2020
17:37
Ernesto Magorno
Ernesto Magorno

Niente sperimentazioni del sistema di comunicazione wireless 5G a Diamante, in provincia di Cosenza. Il sindaco, Ernesto Magorno, ha infatti firmato due ordinanze a tutela della salute pubblica.

 

La prima riguarda la «sospensione, diniego, autorizzazione ed asseverazioni per l'esecuzione ad ogni installazione e sperimentazione dei sistemi di comunicazione elettromagnetica di quinta generazione (5G)».

 

Nello specifico, è bloccata sul territorio comunale qualsiasi attività inerente l'istallazione di antenne per le frequenze di telefonia mobile di «quinta generazione» e che si basano su radiofrequenze più elevate dei precedenti standard. E questo perché, come si legge nel testo, «le radiofrequenze del 5G sono del tutto inesplorate, mancando qualsiasi studio preliminare sulla valutazione del rischio sanitario e per l'ecosistema».

 

Sulla stessa linea l'altra ordinanza. Si tratta della reiterazione di un'ordinanza già emessa e poi oggetto di ricorso al Tar, i cui contenuti vengono ribaditi. Con l'atto si dispone che «sino al 30 luglio 2020 non possono essere iniziate attività e/o cantierizzate opere e interventi volti ad ottenere autorizzazioni, permessi, nulla osta per la realizzazione e/o l'ampliamento, potenziamento, adeguamento e/o qualsiasi tipologia di intervento di modifica di impianti di telefonia mobile o radio base sul territorio comunale».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio