A Cosenza dispositivi di protezione inadeguati per il 118, denuncia ai Nas

Dalla Protezione Civile regionale sono arrivate tute non sterili e di classe inferiore rispetto a quella necessaria per non rischiare contaminazioni in caso di interventi di emergenza su pazienti Covid

di Salvatore Bruno
6 maggio 2020
13:26

Hanno ricevuto dispositivi di protezione individuali non adeguati. Per questo, alcuni operatori del 118 di Cosenza si sono recati nella sede dei Nas, segnalando l’anomalia ai carabinieri.

Tute non sterili

In particolare si tratta di tute monouso importate dalla Cina, distribuite dalla centrale operativa e fornite dalla Protezione Civile regionale. Sull’etichetta esterna le caratteristiche sono ben segnalate: non sono sterili ed appartengono alla classe 1 e non alla classe 3 prescritta dai regolamenti.

Barriera insufficiente

In sostanza, non garantiscono alcuna barriera contro il coronavirus in caso di intervento di assistenza di pazienti Covid-19. Anche i calzari non sarebbero a norma. I miltari hanno preso nota della denuncia e, risalendo la filiera, effettueranno i dovuti controlli per verificare le modalità e l’importo di acquisto del materiale inadatto. 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio