Si getta nelle acque del porto di Vibo Marina, donna salvata dalla Guardia costiera

Il gesto disperato di una donna originaria della provincia di Vibo, gettatasi in mare nel pomeriggio del 31, non sfociava in tragedia solo grazie all'intervento tempestivo degli uomini della Capitaneria

144
di Monica La Torre
1 gennaio 2020
11:01
Il salvataggio della donna
Il salvataggio della donna

Che le feste natalizie siano un potentissimo amplificatore di stati dell’animo, è risaputo. Ma se le gioie si fanno sfavillanti, la depressione, al contrario, può diventare insostenibile. Tanto da spingere, in casi estremi, a gesti eclatanti ed insani. Un triste cliché che si è ripetuto anche quest’anno, a Vibo Marina, dove la Guardia costiera è stata impegnata il 31 sera, intorno alle 18, in un salvataggio in extremis, che ha scongiurato il peggio, e ha permesso a una donna di 53 anni, originaria della provincia di Vibo, ma residente a Catanzaro, di riabbracciare i suoi figli.

 


L'intervento della Capitaneria

La donna, per motivi ancora da chiarire, si gettava in acqua dal molo antistante la capitaneria di porto: fortuna ha voluto che il gesto della donna non sia passato inosservato ad alcuni passanti, che tentavano il recupero della signora, e contestualmente davano l’allarme immediato alla capitaneria. Solo l’intervento immediato dei tre militari della capitaneria imbarcati sulla motovedetta CP808, destinata prioritariamente al salvataggio, scongiurava la fine tragica del gesto. Proprio dal mezzo speciale veniva lanciato il salvagente che permetteva l’aggancio della donna, e il suo successivo accompagnamento a bordo della navetta stessa.

L'abbraccio della famiglia

Una volta tratta in salvo, la cinquantenne veniva accompagnata in caserma, dove il personale provvedeva ad avvertire i familiari e prestare la prima assistenza per scongiurare l’ipotermia. La donna, tranquillizzata e riscaldata, raggiunta da figli e marito, veniva aiutata a cambiarsi: ed erano gli stessi familiari che provvedevano ad accompagnarla all’ospedale vibonese per gli accertamenti del caso. Ovvio e più che giustificato il sollievo dei soccorritori, che hanno dichiarato che la donna appariva al congedo rinfrancata e in discrete condizioni.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio