Emergenza freddo, a Catanzaro l'oasi Misericordia apre le porte ai senzatetto: video

Già in cinque sono stati attenzionati dalla Polizia locale e trasferiti nel ricovero notturno. Si tratta di persone che vivono di elemosina e senza fissa dimora

26
di Luana  Costa
16 febbraio 2021
16:00

Le luci dell'Oasi di Misericordia si accendono la sera, quando le temperature sfiorano anche gli zero gradi e l'indigenza cammina sul pericoloso crinale della sopravvivenza. Si aprono così le porte del ricovero notturno per chi vive di elemosina e la sera non assapora il tepore di una casa. «Diamo la possibilità a persone senza dimora di avere rifugio dove poter trascorrere la notte e sfuggire al gelo di queste notti» spiega Domenico Mardente, educatore di Fondazione Città Solidale. 

 


Il servizio è stato attivato dal Comune di Catanzaro quando le previsioni annunciavano una brusca calata delle temperature anche a Catanzaro. Nel rifugio si offre un pasto caldo, una stanza sicura e la colazione al mattino. «È un servizio che noi di Fondazione Città Solidale riteniamo importante per una città moderna come puù essere Catanzaro perchè offre la possibilità a persone che si trovano in estrema povertà di avere un pasto caldo, un letto e un ricovero notturno».

 

Prima solo due ma la scorsa notte già in cinque sono stati attenzionati dalla Polizia locale e trasferiti nell'Oasi di Misericordia. Si tratta di persone che durante il giorno vivono di elemosina e senza fissa dimora. 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top