La sentenza

Estorsione e lesioni a due commercianti di Cassano Ionio, tre condanne in primo grado

La Dda di Catanzaro aveva chiesto condanne molto più severe rispetto a quelle inflitte dal tribunale collegiale di Castrovillari in quanto veniva contestata anche l'aggravante mafiosa

di Antonio Alizzi
12 luglio 2022
19:40
Il Tribunale di Castrovillari
Il Tribunale di Castrovillari

Il processo di primo grado per una presunta estorsione aggravata dal metodo mafioso nei confronti di due commercianti di Cassano Ionio finisce con tre condanne per un capo d’accusa e un’assoluzione per un altro. È quanto deciso dal Tribunale di Castrovillari nei confronti dei tre imputati: Luigi Abbruzzese, Antonio Pavone e Rocco D’Amato.

La Dda di Catanzaro, rappresentata dal pubblico ministero Alessandro Riello, aveva chiesto condanne molto più severe rispetto a quelle inflitte dal tribunale collegiale di Castrovillari. Nel caso di specie, il presidente Giusy Ferrucci (giudici a latere Carmen Lodovica Bruno e Luca Fragolino), ha emesso una sentenza di condanna pari a 6 anni e due mesi di reclusione (più una multa di 5.200 euro) rispettivamente a Luigi Abbruzzese e Antonio Pavone, mentre ha condannato Rocco D’Amato (pena sospesa) a nove mesi di carcere. Lo stesso D’Amato è stato assolto per l'estorsione e la condanna riguarda le lesioni personali procurate alla persona offesa. Nel collegio difensivo figurano gli avvocati Natascia Gardi, Rosetta Rago, Gaetano Maria Bernaudo e Filippo Cinnante.


GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top