Eumenidi, rinviati a giudizio 19 indagati nell’inchiesta sulla Sacal

Andranno a processo per reati a vario titolo di corruzione, peculato, falso, abuso d’ufficio e varie forme di concussione. Non luogo a procedere per Silipo e Saracco

10
di T. B.
24 giugno 2019
21:16

Tutti rinviati a giudizio con sole due eccezioni. Così ha deciso il giudice per le indagini preliminari Rossella Prignani nell’udienza odierna relativamente al processo Eumenidi. L’inchiesta giudiziaria scoppiò due anni coinvolgendo la società aeroportuale Sacal e mettendo sotto indagine ventuno persone per i reati a vario titolo di corruzione, peculato, falso, abuso d’ufficio e varie forme di concussione.

 


Sentenza di non luogo a procedere è stata emessa nei confronti di Ferdinando Saracco e Luigi Silipo perché il fatto non sussiste. In aula oggi hanno discuso oltre al pm Marta Agostini e le parti civili cioè la Sacal, rappresentata dall’avvocato Michele Cerminara, il Comune di Lamezia Terme con l’avvocato Caterina Restuccia e la Regione con l’avvocato Rosario Giuffrè, oltre ai dei difensori degli imputati.


Domani riprenderà il processo in forma abbreviata per l’ex sindaco Paolo Mascaro, Francesco Buffone e Giuseppe Gatto.

Gli indagati 

Gli indagati sono Massimo Colosimo, all’epoca presidente della Sacal, Ester Michienzi, responsabile dell’area legale della società, Pierluigi Mancuso, all’epoca direttore generale, Sabrina Mileto, Angela Astorino, Floriano Noto, Giuseppe Vincenzo Mancuso, Vincenzo Bruno, Giuseppe Mancini, Floriano Siniscalco, Bruno Vincenzo Scalzo, Gianpaolo Bevilacqua, Marcello Mendicino, Pasquale Clericò, Pasquale Torquato, Giuseppe Gatto, Emanuele Ionà, Paolo Mascaro e Francesco Buffone.

 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio