L'ex prefetto di Cosenza torna in libertà dopo il caso della presunta mazzetta

Il gip revoca gli arresti domiciliari per Paola Galeone, indagata con l'accusa di induzione indebita a dare o promettere utilità

503
di Salvatore Bruno
17 gennaio 2020
11:28

Il gip del Tribunale di Cosenza, Letizia Benigno, ha revocato gli arresti domiciliari nei confronti dell'ex prefetto Paola Galeone, accusata di induzione indebita a dare o promettere utilità. La misura restrittiva era scattata lo scorso 2 gennaio in seguito all'indagine condotta dalla Procura e dalla polizia di stato su una presunta mazzetta incassata dal funzionario, del'importo di 700 euro. Il Gip ha disposto tuttavia per l'indagat, l’interdizione temporanea da tutti gli uffici pubblici per un anno. L'inchiesta ha preso il via dalla denuncia della presidentessa dell'associazione Animed Cinzia Falcone. Paola Galeone è rappresentata dagli avvocati Nicola Carratelli e Franco Sammarco.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio