Femminicidio a Stalettì, il Gip convalida il fermo del presunto assassino

Il 36enne aveva una relazione con la vittima, Loredana Scalone. Reo confesso, ha affermato di essere stato aggredito per primo dalla donna e di avere reagito per difesa

35
di Redazione
26 novembre 2020
20:10
Il luogo del ritrovamento e, nel riquadro, la vittima
Il luogo del ritrovamento e, nel riquadro, la vittima

Il gip di Catanzaro ha convalidato il fermo di Sergio Giana, di 36 anni, disponendone la detenzione in carcere. Giana è reo confesso dell'omicidio di Loredana Scalone, 51 anni, trovata senza vita ieri sulla Scogliera di Pietragrande, nel comune di Stalettì, uccisa con alcune coltellate.

 


Giana aveva una relazione sentimentale con la vittima. L'uomo, fermato dai carabinieri, ha tentato di difendersi affermando di essere stato aggredito per primo dalla donna e di avere reagito per difesa. Una ricostruzione che non gli é servita ad evitare la convalida del fermo.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top