Finti matrimoni per il permesso di soggiorno, chiesto il rinvio a giudizio per 21 persone

Avrebbe operato nel Catanzarese procurando i documenti utili al rilascio del titolo che consentisse a cittadini cinesi la permanenza in Italia

17
di Luana  Costa
3 dicembre 2020
19:58

Dovranno comparire il prossimo 29 gennaio dinnanzi al Gup del Tribunale di Catanzaro i 21 indagati nell'inchiesta messa a segno dalla Squadra Mobile di Catanzaro su un presunto giro di matrimoni fittizi finalizzati al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. La Procura di Catanzaro ha infatti chiesto il rinvio a giudizio per Antonio De Santis, Giovanni De Santis, Giuseppe De Santis, Rita La Face, Janmei Lin, Giancarlo Longo, Mariagrazia Macario, Rita Maletta, Roberto Maletta, Vittorio Nicoletta, Celeste Emanuela Oliverio, Lorenzo Pontiero, Emanuela Concetta Scalise, Antonio Silipo, Cesare Votta, Busheng Wang, Zhenhua Wang, Yunmei Wei, Xiuzhen Xiang, Jinwei Ju e Jingang Zhao. 

 


Tutti sono accusati a vario titolo di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. In particolare, Jinwei Ju col ruolo di promotrice ed organizzatrice faceva da tramite con i cittadini cinesi bisognosi di un titolo che consentisse la permenenza sul territorio italiano li metteva in contatto con Rita Maletta e Cesare Votta, che si attivavano in vari modi per precostituire requisiti idonei al rilascio del permesso del soggiorno. A tal fine, gli associati organizzavano unioni matrimoniali e convivenze fittizie, predisponevano falsa documentazione tesa al rilascio del permesso di soggiorno e, in alcuni casi, alteravano i documenti.

 

Il collegio difensivo è composto dall'avvocato Antonio Lomonaco, Vittorio Ranieri, Tiziano Veltri, Roberto Scozzafava, Antonio Ludovico, Luigi Ciambrone.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top