Firme false per le comunali, tutti rinviati a giudizio. C’è anche Tallini

Il procedimento riguarda presunte irregolarità commesse in occasione delle amministrative di Catanzaro del 2011. Tra gli imputati anche l’ex assessore comunale Massimo Lomonaco

3
di Redazione
27 settembre 2018
10:19
Il Comune di Catanzaro
Il Comune di Catanzaro

Sono stati tutti rinviati a giudizio gli imputati nel processo denominato "Firme false" su presunte irregolarità commesse nella raccolta delle firme per la presentazione delle liste in occasione delle elezioni comunali tenute a Catanzaro nel 2011. Lo ha deciso il gup di Catanzaro Paola Ciriaco fissando per il 25 febbraio l'inizio del processo davanti al giudice monocratico.
Tra gli imputati figura il consigliere regionale ed ex consigliere comunale Domenico Tallini di Fi, e l'ex assessore comunale Massimo Lomonaco. A giudizio anche Barbara Veraldi, segretaria del movimento "Per Catanzaro", Onofrio Dominiaci, dipendente comunale dell'ufficio anagrafe, Maurizio Vento, l'ex vicepresidente del consiglio provinciale Michele Leone, Angelica Mauro, Tommaso Caruso, Immacolata Dolce, Giovanni Dolce, Elena Leone, Emanuele Carioti, Giulia Montesano e Filippo Lacanna.
Devono rispondere, a vario titolo di violazione della legge elettorale, falso ideologico e materiale in atto pubblico e favoreggiamento personale.
Secondo l'accusa, nel corso delle elezioni amministrative, vi furono delle false attestazioni di autenticità delle firme per la presentazione della lista "Per Catanzaro".

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top