Frascineto, piano di protezione civile ispirato ai diritti dei disabili

Il Comune ha promosso un incontro con i sindaci arbereshe per condividere proposte tecniche finalizzate al supporto delle persone con disabilità in situazioni di emergenza

97
di Vincenzo Alvaro
20 luglio 2020
17:27
Un momento del tavolo tecnico
Un momento del tavolo tecnico

In emergenza bisogna essere tempestivi, ma soprattutto capaci di aiutare le persone con disabilità. È l'obiettivo del Piano di Protezione Civile di Frascineto, primo in Italia, ad aver approcciato la materia dell'emergenza finalizzando il suo protocollo comunale sull'assistenza e supporto per le persone con disabilità. Il progetto, redatto dall’ufficio tecnico comunale, recepisce le indicazioni di uno studio predisposto da Gianfranco Pisano di Soccorso Senza Barriere e dalle associazioni nazionali di categoria Fand e Fish Calabria.

 

Nel piano speditivo di protezione civile di Frascineto, è stato fatto proprio l’articolo 11 della Convenzione della Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità e si è voluto condividere i risultati raggiunti con altri sindaci arbereshe del territorio nel corso di un tavolo tecnico allargato, tenutosi nella sala del consiglio comunale di Frascineto, al quale hanno preso parte il sindaco Angelo Catapano e il suo vice, Angelo Prioli, i primi cittadini di Civita, Alessandro Tocci, di Acquaformosa, Gennaro Capparelli, di Firmo, Pino Bosco, il vice Sindaco di Tarsia, Cristian Barone e il Consigliere Regionale, Giuseppe Graziano.

 

Nel corso del dibattito è emerso il rinnovato interesse riguardo ai problemi delle persone con disabilità ed una maggiore conoscenza di questa materia che porterà ad una nuova competenza tecnica e ad ulteriori capacità di progettazione che contribuiscono ad una definizione più accurata dei bisogni e dei diritti delle persone con disabilità. Si è fatto interprete di questa capacità progettuale di Frascineto il consigliere regionale, Giuseppe Graziano, il quale ha annunciato che presenterà un testo di legge, per migliorare il piano di protezione civile della Regione Calabria, che faccia proprie le indicazioni emerse per porre le basi per una sempre migliore e qualificata gestione dell’emergenza a salvaguardia di persone in difficoltà.

 

La volontà del consigliere regionale è quella di promuovere un garante per la disabilità che promuova la piena realizzazione dei diritti delle persone, nonché l'integrazione e inclusione sociale e si attivi per far recepire le istanze dei portatori di disabilità e sia inoltre di supporto alle amministrazioni locali per il superamento di tutti gli ostacoli che impediscono la mobilità, la piena inclusione sociale delle persone con disabilità.

«Il passaggio tecnico che abbiamo condiviso, - ha evidenziato il vice Sindaco di Frascineto con delega alla protezione civile di Frascineto, Angelo Prioli -, affina ulteriormente la pianificazione e la prevenzione e quanto fatto sinora nel settore della protezione civile. Avere un coordinamento estremamente dettagliato come quello di cui parliamo è essenziale, perché davanti agli effetti di eventi meteorologici così acuti, alle conseguenze di cambiamenti climatici sempre più incalzanti, le vite si salvano quando non c’è incertezza nell’affrontare l’emergenza né nelle istituzioni, né nella squadra chiamata ad intervenire, né tantomeno nelle persone, che devono essere ben informate sul comportamento corretto da tenere in caso di calamità naturali».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio