Furto di energia elettrica, 19 denunce a Reggio Calabria

I controlli rientrano nello speciale dispositivo di sicurezza Focus ‘ndrangheta. Eseguiti anche tre arresti

di Redazione
21 novembre 2018
12:48
Il quartiere Arghillà di Reggio Calabria
Il quartiere Arghillà di Reggio Calabria

Oltre 100 gli uomini impegnati nei servizi di ordine e sicurezza pubblica che hanno controllato palmo a palmo il comparto “3” del quartiere di Arghillà di Reggio Calabria nell’ambito dello speciale dispositivo di sicurezza Focus ‘ndrangheta.
Nel dettaglio, dopo aver controllato 140 contatori di energia elettrica, sono stati rimossi 51 allacci abusivi alla rete elettrica e si è proceduto all’identificazione degli utilizzatori di 21 allacci illegali, sono in corso le operazioni di identificazione di altri 30 allacci abusivi. Durante l’attività sono state denunciate in stato di libertà 19 persone e 2 persone sono state arrestate per furto aggravato di energia elettrica e occupazione abusiva di immobili.


Il personale dell’Enel ha quantificato che la sottrazione dell’energia elettrica, causata dagli allacci abusivi, ammonterebbe a circa 500.000 euro. Durante lo svolgimento delle operazioni personale delle Volanti ha proceduto all’arresto di Giovanni Barchetta di 32 anni, pluripregiudicato, per il reato di detenzione e porto abusivo di armi, in quanto proprietario di un’autovettura ove sono stati rinvenuti un fucile a canne mozze e un altro fucile, con colpi in canna, oltre a vario munizionamento. Il personale delle Volanti ha inoltre arrestato anche l’utilizzatore dell’autovettura, Angelo Berlingeri di 36 anni, pregiudicato.


GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top