Gemellaggio tra Nocera e un’antica città russa: il Covid non ferma il progetto

Saltati gli incontri in presenza causa pandemia, si continua a lavorare on line. Tra le iniziative in calendario la vendita di case abbandonate ad un euro per ripopolare il paese

133
di Redazione
2 dicembre 2020
22:06

Continuano le operazioni di “avvicinamento” in vista del futuro gemellaggio tra Nocera Terinese e Blagoveshchensk, la città più antica del lontano est della Russia, vicino la Siberia.Si è tenuta una video conferenza tra il vice sindaco Igor Vladimirovich, l’assessore al Dipartimento Lavoro Larisa Valerievna per la città di Blagoveshchensk e il vicesindaco Francesco Cardamone e Walter Grandinetti, assessore allo sport per il Comune di Nocera Terinese.

 


L’incontro è servito a consolidare il legame di amicizia e collaborazione iniziato grazie all’incontro avvenuto nella città cinese di Harbin lo scorso gennaio. Nella scorsa primavera ci sarebbe dovuto essere un incontro in presenza, saltato a causa del Covid. Tuttavia, fa sapere l’amministrazione di Nocera, nonostante le difficoltà, il dialogo è continuato grazie alle attività relazionali di Katiuscia Marotta e del suo alter ego Irina Petrova.


Durante l’appuntamento online di oggi sono state presentate le rispettive città assieme alle loro ricchezze e potenzialità: hanno trovato ampio spazio storia, cultura, paesaggi, gastronomia ed eventi. L’entusiasmo dei partecipanti ha favorito la nascita di idee utili a proseguire il percorso di scambio tra le due città. «Saranno programmate – si legge in una nota- appena lo stato di emergenza lo consentirà, visite, attività di promozione turistica con la prospettiva di proporre, ai rispettivi aeroporti, di istituire la possibilità di un volo diretto. La mitezza del nostro clima, rispetto quello in cui i nostri amici russi vivono abitualmente, consentirà di destagionalizzare l’offerta turistica, favorendo il funzionamento delle strutture ricettive nei periodi di bassa stagione».


«Abbiamo anche riscontrato interesse circa possibilità di investimenti nel borgo della città. L’obiettivo è quello di riportarlo all’antico splendore, farlo tornare a vivere e valorizzarlo proponendo l’acquisto simbolico delle case in abbandono al costo di un euro. La ricaduta positiva delle azioni intraprese, non potrà che riversarsi su una possibile attività di import export nel settore food e tecnologico anche nell’ambito dell’eco sostenibilità. Non sono state dimenticate - conclude il comunicato - le giovani generazioni, fiore all’occhiello della società futura: è nata l’idea di stage di musica per gli studenti russi nel nostro Conservatorio Tchaikosky. Un grande viaggio inizia da un piccolo passo, il nostro è iniziato!»

 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio