Genesi, per l'ex consigliere regionale Tursi Prato cade l’aggravante mafiosa

Resta da chiarire un suo presunto intervento sul giudice Marco Petrini per una decisione favorevole in Corte d'Appello a Catanzaro

16
di Redazione
11 febbraio 2020
08:52
Giuseppe Tursi Prato
Giuseppe Tursi Prato

«Giuseppe Tursi Prato (ex consigliere regionale) è stato prosciolto dall'accusa di aver cercato di intervenire sul presidente (della Corte d'Appello di Catanzaro, ndr) Loredana De Franco per aggiustare un processo contro la cosca Gallelli ed è caduta l'aggravante mafiosa. Resta l'accusa da chiarire sul suo presunto intervento sul giudice Marco Petrini (dopo l'arresto il magistrato ha deciso di collaborare con gli inquirenti) per una decisione favorevole in Corte d'Appello a Catanzaro relativa a un ricorso inerente una vecchia condanna».

LEGGI ANCHE: Arrestato un magistrato di Catanzaro, soldi e sesso per aggiustare i processi: tutti i nomi

La notizia è stata confermata dall'avvocato Cataldo Intrieri, difensore, insieme ai colleghi Franz Caruso e Michele Filippelli, dell'ex consigliere regionale Giuseppe Tursi Prato, arrestato nell'ambito dell'inchiesta "Genesi" condotta dalla procura di Salerno e poi posto ai domiciliari.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio