La decisione

Giustizia, il Csm dà il via libera al trasferimento di 7 magistrati: ecco chi lascerà la Calabria

Le delibere sono state redatte dalla terza commissione nelle sedute del 7 e 8 febbraio. In procinto di andare via dalla Dda di Catanzaro Andrea Mancuso, uno dei pm di “Rinascita Scott”. Ora si attende la decisione finale del Plenum

45
di Antonio Alizzi
12 febbraio 2022
11:00
Palazzo dei Marescialli a Roma, sede del Csm
Palazzo dei Marescialli a Roma, sede del Csm

È tempo di trasferimenti nella magistratura. Circostanza che si rileva dai lavori della terza commissione del Consiglio Superiore della Magistratura che nelle sedute del 7 e 8 febbraio 2022, ha reso note le proposte per i vari distretti dislocati nel panorama giudiziario italiano. Il dato che emerge è la mancata assegnazione, almeno per il momento, di due posti nel Distretto di Catanzaro (e di uno a Palmi). Ci riferiamo alla procura di Crotone, diretta dal procuratore capo Giuseppe Capoccia, e a quella di Paola, coordinata dal procuratore capo Pierpaolo Bruni.

Questo evidenzia un problema già affrontato nei mesi scorsi dalla nostra testata, ovvero la grave carenza di magistrati nell'area giurisdizionale che comprende le province di Crotone, Catanzaro, Vibo Valentia (in parte, l’altra metà è sotto il Distretto di Reggio Calabria) e Cosenza. Territori in cui esistono tribunali e procure che hanno un lavoro immane da svolgere, vista la complessità delle zone, causa l'opprimente presenza della criminalità organizzata e l’esistenza di intrecci corruttivi tra il mondo dell'imprenditoria e la pubblica amministrazione.


L’annoso problema del “turnover”

Chi lavora in Calabria preferisce scegliere successivamente altre sedi. È una delle regole del "turnover", meccanismo che prevede la permanenza dei magistrati per quattro anni nel luogo in cui prestano servizio e, al termine del periodo previsto per legge, sono legittimati a chiedere il trasferimento, specie se la destinazione in cui sono arrivati in precedenza è stata indicata quale sede disagiata.

I trasferimenti dei magistrati dalla Calabria verso altre sedi

Nel Distretto di Firenze è previsto il trasferimento del pm di Cosenza Emanuela Greco alla procura di Arezzo, mentre il sostituto procuratore di Castrovillari Mauron Gallone è destinato alla procura di Brindisi (Distretto di Lecce). Due posti disponibili invece alla procura di Napoli: uno di questi sarà coperto da Andrea Mancuso, magistrato che segue il processo "Rinascita Scott", in corso di svolgimento presso l'aula bunker di Lamezia Terme. A Napoli Nord, inoltre, attendono il pubblico ministero Marco Lojodice, attualmente in servizio a Reggio Calabria. La procura di Terni (Distretto di Perugia), guidata dal procuratore di origini cosentine Alberto Liguori, accoglierà il pm di Palmi, Giorgio Panucci.

E ancora: Angela Continisio, sostituto procuratore di Castrovillari, passerà alla procura di Matera (Distretto di Potenza). Sempre per quanto riguarda i trasferimenti ordinari, alla procura di Reggio Calabria è in arrivo il magistrato Lucia Spirito, oggi pm a Forlì. Curiosità, infine, sulla scelta del procuratore capo di Firenze Giuseppe Creazzo, denunciato da Matteo Renzi per l'inchiesta sulla Fondazione Open, di proporre la sua candidatura in qualità di sostituto procuratore per la procura per i minorenni di Reggio Calabria. Infine Michele Permunian, pm di Locri, ha chiesto l’assegnazione alla procura di Treviso (Distretto di Venezia). Le proposte di delibera dovranno passare (ovviamente) dall’assemblea plenaria. 

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top