Lamezia Terme

Gli sequestrarono il locale, sciopero della fame del proprietario: «Chiedo solo di poter lavorare»

L'imprenditore Franco Palmieri si è incatenato questa mattina davanti al Tribunale di Lamezia Terme. I sigilli alla sua discoteca erano scattati in seguito a controlli della Guardia di finanza

78
di Redazione
3 maggio 2022
08:45
Palmieri davanti al Tribunale di Lamezia
Palmieri davanti al Tribunale di Lamezia

Un imprenditore lametino, Franco Palmieri, si è incatenato questa mattina davanti al Tribunale di Lamezia Terme, avviando anche uno sciopero della fame. Nei giorni scorsi gli era stato sequestrato un locale, la discoteca Planet di Feroleto. «Chiedo solo giustizia e verità, per poter riprendere la mia attività e tornare a lavorare», dice Palmieri.

I sigilli alla sua discotera erano scattati in seguito a dei controlli effettuati dalla Guardia di finanza in materia di rispetto delle misure anti Covid. In quell'occasione sarebbero emerse diverse irregolarità


In particolare, secondo quanto ipotizzato nel provvedimento emesso dal Gip emesso su richiesta della Procura lametina, alla documentazione presentata ai vigili del fuoco sarebbe stata allegata una dichiarazione di conformità dell'impianto di allarme antincendio rilasciata da una società sprovvista di titoli e competenza in materia e pertanto non valida.

Inoltre, nella discoteca si sarebbero svolte serate danzanti pur in assenza della licenza da parte della competente commissione di vigilanza comunale.

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top