Il cordoglio della Calabria per la morte del nostro Michele Porcelli

Tanti i messaggi di condoglianze per la tragica scomparsa dell’operatore e regista del network LaC morto questa mattina

402
di Redazione
8 aprile 2021
17:01
Michele Porcelli
Michele Porcelli

Tanti i messaggi di cordoglio per la morte di Michele Porcelli, operatore e registra del network LaC, tragicamente scomparso questa mattina.

Il cordoglio della Giunta regionale

«Ai colleghi della testata Lacnews24 le più sentite condoglianze per la tragica scomparsa di Michele Porcelli, persona perbene e professionista esemplare. Alla famiglia di Michele, alla proprietà, alla direzione e a tutti i professionisti del gruppo Lac giungano i segni della nostra più sincera vicinanza». Così in una nota i componenti dell’Ufficio stampa della Giunta regionale della Calabria


Magorno: «Tragedia che ci lascia senza parole»

«Dolore per la morte di Michele Porcelli, una scomparsa tragica che ci lascia senza parole. Tutta la nostra vicinanza ai suoi cari e al network di LaC». Lo scrive su Twitter il senatore di Italia viva, Ernesto Magorno, sindaco di Diamante.

Il messaggio di Filippo Veltri

Cordoglio alla famiglia di Michele e a quella LaC è stata espressa anche da Filippo Veltri: «Avevo conosciuto il Michele Porcelli nella sede di Vibo, resta il ricordo di un grande e puntiglioso professionista».

Tansi: «Michele, grande uomo e professionista»

«Esprimo tutta la mia vicinanza alla famiglia Porcelli, all’editore, al direttore e alla redazione de LaC news24 per la tragica scomparsa del caro Michele Porcelli, grande uomo e grande professionista».

Il cordoglio di Antonio Gentile

Anche il senatore Antonio Gentile ha voluto esprimere il suo cordoglio: «La ferale notizia testimonia ancora una volta il ruolo decisivo svolto dalla vostra emittente televisiva a favore di tutti i bisogni della nostra terra. Sono molto colpito e dispiaciuto nonostante non conoscessi Porcelli. Esprimo i miei più sentiti sentimenti di cordoglio alla tv e alla famiglia».

Cisal: «Con lui se ne va un pezzo di storia della tv locale»

Il Segretario Generale della Cisal, Francesco Cavallaro e tutte le componenti della segreteria provinciale della Cisal di Vibo Valentia, esprimono profondo cordoglio «per la tragica scomparsa di Michele Porcelli, uomo e professionista stimato, che per anni, attraverso la sua inseparabile telecamera, ha raccontato e dato voce al territorio Vibonese e non solo. Insieme a lui va via un pezzo di storia della televisione locale. Ai suoi cari, alle tante persone che gli volevano bene e a tutta la redazione di LaCNews24, di cui faceva parte, le nostre più sentite condoglianze».

«Un uomo buono come pochi»

«Condoglianze a tutta la struttura per la perdita del caro Michele. Negli anni abbiamo lavorato insieme più volte e ho avuto modo dii apprezzare un uomo buono come pochi». Così la giornalista Nadia Donato.

La vicinanza di Orrico

«Esprimo vicinanza e cordoglio ai familiari ed ai colleghi del network LaCnews24 per la tragica scomparsa dell’operatore e regista Michele Porcelli avvenuta durante il suo amato lavoro». Così Anna Laura Orrico, parlamentare calabrese, già Sottosegretario ai Beni Culturali del Governo Conte.

Il messaggio di Pino Belcastro

«La mia vicinanza e il mio affetto al direttore e a tutta la squadra di LaC per la grave perdita del caro Michele Porcelli.
Le mie più sentite condoglianze». Così Pino Belcastro, ex sindaco di San Giovanni in Fiore.

Il ricordo di Video Calabria: «Non era ancora il suo momento»

Anche Francesco Sibilla e tutta Video Calabria hanno voluto ricordare Michele ed esprimere vicinanza alla nostra redazione: «Quando se ne va qualcuno del tuo stesso "mondo" la cosa ti colpisce particolarmente. Se poi lo hai conosciuto, è peggio. Se aveva quasi la tua stessa età, poi, il cervello inizia a macchinare in modo strano. Chi è stato l'ultimo ad averlo visto fuori, ad averci parlato. Michele era una brava persona. Educato, discreto, rispettoso, ti salutava prima che lo salutassi, mai uno screzio con un collega. Un po' sulle sue, ma di gente che s'allarga, tracima, smania per stare al centro dell'attenzione ce n'è già troppa. Non era e non doveva essere il suo momento, era troppo presto, e poi così, in un modo che rende tutto più assurdamente inaccettabile. Sono da sempre convinto che di fronte alla morte si debbano usare pochissime parole, e ne ho utilizzate anche troppe. Sappiate che vi siamo vicini, che capiamo il dolore che provate, che abbiamo pensato alla famiglia di Michele, anche se non la conosciamo. Noi, l'editore, i colleghi del reparto tecnico, gli amministrativi. L'abbraccio stavolta è strettissimo, sincero, non di maniera». 

Irto: «Sgomento e dolore per la morte di Porcelli»

«Esprimo sgomento e dolore per la morte di Michele Porcelli, professionista esemplare morto mentre svolgeva il suo lavoro. Lo avevo incontrato qualche settimana fa a LaC. Ai suoi familiari e a tutto il network LaC, giunga il mio sincero e profondo cordoglio». Così il candidato Pd alle prossime elezioni regionali, Nicola Irto.

Il cordoglio dell'Asp di Cosenza

«Il Commissario Vincenzo La Regina, la Struttura commissariale dell’Asp di Cosenza tutta e l'ufficio stampa porge all’editore e al direttore de La C le più sentite condoglianze per la tragica e prematura scomparsa di Michele Porcelli».

Limardo: «Lo ricorderemo per il suo inconfondibile sorriso»

Cordoglio esprime anche il sindaco di Vibo Valentia, Maria Limardo: «Apprendendo con dolore la triste notizia per la morte improvvisa di Michele Porcelli, storico giornalista e operatore 'Vibonese' di ripresa di LaC, lascia un vuoto enorme, immenso, per tutta la televisione calabrese che aveva contribuito a migliorare con il suo lavoro dai tempi di Rete Kalabria, fino a LaC. Lo ricorderemo per l'inconfondibile sorriso, per il suo garbo e l'entusiasmo lavorativo. Ai suoi familiari e al network di LaC, giungano le mie più sentite condoglianze, unite a quelle dell'Amministrazione tutta».

La vicinanza di Rocco Colacchio 

«In questo momento di dolore per la vostra “azienda famiglia” e per tutti quelli che hanno conosciuto e stimato Michele vi esprimo la mia vicinanza». Così Rocco Colacchio.

Il messaggio di Attilio Sabato

«Partecipo con profondo dolore alla tragedia che ha colpito il gruppo LaC. A voi tutti giunga la mia vicinanza». Così il giornalista Attilio Sabato.

Mangialavori: «Ha raccontato questa terra senza sosta»

Cordoglio pure da parte del senatore Giuseppe Mangialavori: «La scomparsa di Michele Porcelli mi addolora profondamente. Era un grande professionista e, soprattutto, una brava persona. Con la sua telecamera ha raccontato questa terra senza sosta e ha reso un servizio fondamentale ai cittadini calabresi. Mancherà a tutto il sistema dell’informazione regionale. Alla sua famiglia e a tutto il network di Lac vanno le mie più sentite condoglianze».

Il cordoglio della Cisl Fp Calabria

«A nome mio personale e di tutta la CISL Funzione Pubblica Calabria esprimo i sentimenti di più profondo cordoglio, a tutto il personale del network di LaC e ai familiari per la tragica scomparsa di Michele Porcelli. La perdita di una vita umana sul lavoro è sempre motivo di grande dolore per il Sindacato. Abbraccio tutta la direzione e i professionisti di LaC». Luciana Giordano (Segretario Generale CISL FP Calabria).

Il messaggio di Roberto Giordano

«Desideravo esprimere a tutta la redazione, alla famiglia e a tutti i colleghi il mio più sentito cordoglio per la tragica scomparsa del caro Michele.  Mi unisco al dolore e allo sgomento di tutti voi, che eravate la sua famiglia da decenni. Oggi piangiamo la perdita di un uomo, di un amico, di un professionista dalla bontà e generosità esemplari. Ciao Michelone!» Roberto Giordano.

Affidato: «Uomo buono e innamorato del proprio lavoro»

«Mi stringo al dolore che ha sconvolto l’interno mondo giornalistico calabrese, dopo aver appreso della perdita improvvisa di Michele Porcelli, giornalista e operatore, che oggi lascia un vuoto enorme nei cuori di tutti. In questo momento voglio esprimere la mia vicinanza a tutta la sua famiglia e a tutto il Network di LaC. La morte di un uomo buono ed innamorato del proprio lavoro che lascia senza parole; professionista esemplare, che ha saputo raccontare le notizie e la propria terra, con il desiderio di spendersi ed aiutare sempre gli altri». Così Michele Affidato in una nota.

Associazione Mare Pulito

L’Associazione Mare Pulito Bruno Giordano, in persona del presidente Francesca Mirabelli e dei soci tutti, si stringe al cordoglio per la scomparsa dell’operatore e regista
televisivo, Michele Porcelli. Le nostre più sentite condoglianze.

Il cordoglio di Cannizzaro

«Ho appreso della tragica morte sul lavoro del noto operatore televisivo calabrese Michele Porcelli, in forza al Gruppo editoriale LaC.
Non ho avuto il piacere di conoscere quello che tutti definiscono infaticabile lavoratore e profondo amante della Nostra Terra, che per decenni ha raccontato tramite l'occhio della telecamera, sua costante compagna di vita.
A riprova di ciò, dalle testimonianze dei suoi colleghi leggo delle difficoltà a reperire riprese dove fosse inquadrato, proprio perché era sempre dal lato dell'obiettivo o in cabina di regia.
Profondo cordoglio rivolgo alla famiglia di Michele ed a tutto il Gruppo di LaC, la sua seconda casa, la sua seconda famiglia». Francesco Cannizzaro - Deputato.

Ceci: «Una tragedia»

«Ho letto della tragedia, le mie più sentite condoglianze a tutto il Gruppo e a tutti i collaboratori e redazione» - afferma Silvio Ceci.

Don Sicari: «Vicino con la preghiera»

«Sono sconvolto della notizia appena letta della tragica morte di Michele Porcelli! Mi unisco al dolore di tutta la grande famiglia della LaC! Sono vicino con la preghiera».
Don Francesco Sicari.

Il cordoglio di Nico De Luca

«Ciao, speravo poterci risentire in ben altre circostanze. Ma il destino se ne frega delle nostre aspettative. Conoscevo Michele dai tempi di VL7, quando venne da noi a fare esperienza. Sono addolorato e mi unisco in preghiera per il suo animo buono. Sono vicino a tutti voi». Nico De Luca

La vicinanza di Censore

«Ho avuto modo di conoscerlo e di apprezzarlo sin da quando ha esordito con Ricottili a Rk e poi durante tutta la sua attività che in tantissime occasioni, innumerevoli, è stata parallela alla mia. Anche a voi la mia, non di circostanza,vicinanza». Bruno Censore

Chiappetta: «Riposi in pace»

«Ho appena appreso la triste notizia che ha colpito tutti voi. In un momento di così infinito dolore per l’intera Famiglia de LaC News24, ti chiedo di accogliere i sensi delle mie più sincere condoglianze, che ti prego di estendere a voi tutti. Che il caro Michele riposi in pace». Giampaolo Chiappetta

Barone: «Vicinanza»

«Ho appreso la funesta notizia che tuttora mi lascia attonito So quanto per voi valesse e contasse Michele Porcelli e ne avverto tutto il vostro dolore .
Vi sono particolarmente vicino e non mi resta che pregare. Condoglianze ai colleghi ed ai famigliari del povero Michele». Adolfo Barone, presidente del Premio Caccuri

Il ricordo di Pasquale Petrolo

Ciao Michele, vola soave in cielo come le note della tua chitarra
Luglio 2003. Summer school in “Teorie e tecniche della comunicazione e del giornalismo”, un evento formativo di primo piano, organizzato da Lullo Sergi (allora, docente Unical e firma, tra le più apprezzate, de “La Repubblica”) che, in quella calda estate calabrese, fece giungere nella sua Limbadi alcuni dei più grandi giornalisti e comunicatori italiani.
Tra la platea di giovani - che come me iniziavano ad addentrarsi nella professione, affascinati dall’allora magico mondo del giornalismo - si aggirava con passo dinoccolato un bel ragazzone. Lo scorgevi subito, Michele. I suoi riccioli arruffati svettavano nella sala. I suoi occhi erano buoni ma il suo sguardo era austero. Il suo fare, a volte, un po’ burbero. Conoscendolo, capii che era per dissimulare la sua timidezza e la sua bontà d’animo.
Michele, seguiva le lezioni e, nel contempo, curava alcuni aspetti tecnici dell’iniziativa. Sistemava con estrema attenzione le telecamere fisse che registravano gli interventi. Nell’allontanarsi, si voltava a guardarle: le accarezzava con gli occhi.
Si metteva, quindi, alla consolle per regolare l’audio dei microfoni. Mi colpì il fatto che curava l’effetto voce, così come avviene nei concerti live. Era un musicista: amava l’armonia e la infondeva.
Quell’armonia che - soprattutto grazie a lui - si creò con le chitarre, davanti a un falò in spiaggia, in riva al mare di Nicotera.
Al falò, a sugellare la bellissima esperienza della summer school, partecipammo i componenti della combriccola (ricordo, tra gli altri, Elida Sergi, Salvatore Berlingieri, Gianluca Prestia, Luigi Ambrosi, Eduardo Meligrana) creatasi in quei giorni di full immersion di studi giornalistici che svolgemmo a mo’ di campus universitario.
Sotto un cielo stellato, il suono delle chitarre e le canzoni cantate con voci inebriate dalla giovinezza, venivano cadenzate dal sottofondo del leggero sciabordio del mare e da Michele che suonava la sua chitarra scandendo il ritmo come solo i bassisti sanno fare.
Con la chitarra in mano era lui a dettare i tempi. La sua timidezza veniva meno e diveniva il regista della situazione. Le sue melodie etniche erano un tutt’uno col suo sorriso. Irradiava gioia. Creava armonia di suoni e anime, rendendo indelebili quei frammenti di vita.
Ciao Michele, vola soave in cielo come le note della tua chitarra.

Rombolà: «Notizia che porta sconcerto e cordoglio»

La tragica scomparsa di Michele Porcelli suscita sconcerto e cordoglio. Sono di quelle notizie che non avresti voluto mai sentire, che disarmano. E si pensa immediatamente ai momenti trascorsi insieme, a quello che vivono i familiari, i colleghi, gli amici, le persone che lo hanno apprezzato all’opera con la macchina da presa, o nel montaggio o come regista di programmi televisivi, ma anche a tutti coloro che hanno avuto modo di incontrarlo e di conoscerlo: si genera quel sentimento spontaneo di indefinibile afflizione. La dedizione di Michele al lavoro che svolgeva con grande professionalità è l’immagine che abbiamo tutti, ma per chi ha avuto modo di osservarlo lontano dagli impegni professionali, nelle occasioni di convivialità, ha potuto ammirare soprattutto la sua generosità. E poi la passione per la sua chitarra e per musica con cui riusciva ad esprimere la sua vitalità e il suo estro.
La perdita di Michele addolora e rappresenta un vuoto per tanti, per i suoi familiari, la famiglia Porcelli, la famiglia Sergi (nipote di Pantaleone Sergi, noto giornalista inviato di la Repubblica ed ex sindaco di Limbadi), la redazione di LaCNews24 assieme al Gruppo Pubbliemme, i suoi numerosi amici, la comunità di Limbadi e tutto il mondo dell’informazione e del giornalismo.  Nicola Rombolà, docente-giornalista e presidente di Italia Nostra, sezione di Vibo Valentia.

Il presidente Iacucci

Alla famiglia di Michele Porcelli, all’editore, alla direzione e a tutti i professionisti della redazione di LaC giunga la mia più sincera vicinanza. La tragica scomparsa dell’operatore e regista televisivo ha lasciato tutti attoniti. Il ricordo dei suoi colleghi, la sua capacità di catturare le immagini, di raccontare le storie con la sua telecamera lasciano anche in chi non lo conosceva direttamente un bel ricordo facendo comprendere a tutti la sua grande passione per il lavoro che svolgeva. Franco Iacucci, presidente della Provincia di Cosenza.

Gatto: «Incredibile lutto»

Tutta la mia costernazione e solidarietà per il vostro incredibile lutto. Condoglianze e un abbraccio. Maria Gatto

Paolillo (Wwf): «Grande professionista»

Apprendo con commozione della tragica scomparsa di Michele Porcelli, del quale conservo il ricordo della squisita disponibilità, della cortesia e della grande professionalità in tanti anni di attività giornalistica sul territorio. Anche a nome del Delegato Regionale e di tutto il Wwf Calabrese esprimo alla Redazione la più sentita partecipazione al dolore per la gravissima perdita. Pino Paolillo

Ferrara (Unindustria): «Cordoglio e vicinanza»

Appresa la notizia della tragica scomparsa, giunga l'espressione del mio cordoglio in una così triste circostanza che ha colpito la grande famiglia della vostra emittente.
Mi unisco affettuosamente al dolore, esprimendo la mia vicinanza al presidente, alla direzione e a tutti i professionisti del gruppo LaC. Aldo Ferrara, presidente Unindustria Calabria.

Tassone: «Modello di umiltà e impegno appassionato»

«Esprimo le mie condoglianze alla famiglia di Michele Porcelli ed a tutto il gruppo LaC che piangono la scomparsa di un uomo generoso e di un professionista serio. Il mondo del giornalismo ha perso una persona straordinaria che è stata un modello di umiltà e di impegno appassionato. La sua tragica scomparsa è motivo di dolore per quanti lo hanno avuto modo di conoscerlo ed apprezzarlo». Così il consigliere regionale Luigi Tassone.

LEGGI ANCHE:
Addio a Michele Porcelli, il cordoglio dell’Ordine dei giornalisti

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top