Emergenza pandemia

Il Covid bracca il Crotonese: a Petilia Policastro scuole chiuse ed eventi natalizi sospesi a Isola Capo Rizzuto

L'aumento dei positivi ha portato i sindaci dei più grossi Comuni della provincia ad adottare misure restrittive per evitare la diffusione del contagio

418
di Francesca Caiazzo
17 dicembre 2021
19:54

I contagi da Covid aumentano e i sindaci corrono ai ripari. Nel Crotonese, il primo cittadino di Isola di Capo Rizzuto, Maria Grazia Vittimberga, alla luce della proroga della zona arancione e «al fine di evitare inutili assembramenti», ha deciso di sospendere tutti gli eventi natalizi (compresi i tradizionali mercatini) in programma fino al 22 dicembre, giorno in cui dovrebbero terminare le misure restrittive, chieste dall’Asp di Crotone e disposte dal presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto.

«Approfittiamo di questo periodo per vaccinarci» è l’appello social del sindaco. Intanto, nel centro vaccinale allestito nei giorni scorsi in piazza del Popolo (aperto tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18), ad oggi sono state eseguite circa 1.600 vaccinazioni.


Scuole chiuse a Petilia Policastro

Il Covid torna a far paura anche a Petilia Policastro, dove attualmente risultano 27 soggetti positivi, dei quali 22 registrati negli ultimi due giorni e tutti provenienti da ambienti scolastici. Per questo, il sindaco, Simone Saporito, ha disposto la sospensione della attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado da lunedì 20 a venerdì 24 dicembre, «alla luce dell’attuale situazione epidemiologica, che – si legge nell’ordinanza - vede un aumento dei casi Covid, all’interno del territorio comunale». Il virus, si legge ancora nel provvedimento firmato dal sindaco, «si è propagato all’interno della popolazione scolastica, sia tra personale Ata che fra docenti e studenti, creando ulteriore allarmismo».

Saporito ha disposto, inoltre, la sospensione dei mercati (anche nelle frazioni Pagliarelle e Foresta) dal 18 dicembre all’8 gennaio e la cancellazione degli eventi natalizi. «Sono misure eccezionali e straordinarie che – dichiara il sindaco in un post sui social - ritengo necessarie al fine di realizzare una compiuta azione di prevenzione, che impone l'assunzione immediata di ogni misura di contenimento e di gestione adeguata e proporzionata all'evolversi della situazione epidemiologica, e che consentono di individuare idonee precauzioni per fronteggiare adeguatamente possibili situazioni di pregiudizio, nonché di salvaguardare la pubblica incolumità e la sicurezza dell'intera comunità».

La situazione a Mesoraca

Desta preoccupazione anche la situazione epidemiologica nella vicina Mesoraca dove da giorni i positivi sono rimasti intorno ai 30, balzando a 47 nella giornata di oggi. Anche per questo, proprio in via preventiva, l'amministrazione comunale guidata dal sindaco, Annibale Parise, non ha organizzato manifestazioni natalizie. Intanto, oggi, secondo quanto riportato nel bollettino sanitario della Regione, nella provincia di Crotone si sono registrati 40 nuovi positivi, che portano il totale dei casi attivi nel territorio provinciale a 368, 7 dei quali ricoverati in ospedale, mentre i decessi, da inizio pandemia, ammontano a 124.

Giornalista
GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top