Imprese e partite iva piegate dalla pandemia, sit-in di Fratelli d'Italia a Catanzaro

Si rilancia la proposta dell’unificazione degli anni fiscali 2019-2020 e lo spostamento di ogni scadenza e con la possibilità di compensare gli utili dello scorso anno con le perdite presenti

di R. G.
16 novembre 2020
20:44

Si è tenuto questo pomeriggio un flash-mob di Fratelli d’Italia davanti alla sede dell’Agenzia delle entrate di Catanzaro. Oggi, 16 novembre, ricorre infatti la scadenza dei versamenti iva e dei contributi Inps e Inail per troppi italiani ingiustamente dimenticati dal Governo nonostante l’oggettivo calo del fatturato. Alla manifestazione simbolica hanno preso parte anche la deputata e coordinatrice regionale di Fratelli d’Italia Wanda Ferro e il capogruppo in Consiglio regionale Filippo Pietropaolo

I motivi del sit-in

«Il Governo insiste nella carneficina di imprese e partite Iva in difficoltà – spiegano i rappresentanti di Fratelli d’Italia - e per questo abbiamo voluto portare la voce di migliaia di imprese e partite iva che oggi si trovano a fronteggiare crisi e tasse. Oggi nessuno che ha avuto delle perdite si sarebbe dovuto trovare nella situazione di pagare un euro». 

Le proposte

Fratelli d’Italia rilancia la proposta dell’unificazione degli anni fiscali 2019-2020 e lo spostamento di ogni scadenza e con la possibilità di compensare gli utili del 2019 con le perdite del 2020; una misura da applicare non per codici ateco ma sulla base dell’effettivo calo di fatturato. «Non  lasciamo soli migliaia di lavoratori e attività oggi in difficoltà a causa delle restrizioni da covid 19. Per noi – spiega Wanda Ferro - non sono codici ma persone, famiglie che ogni giorno si sacrificano per l’Italia e che contribuiscono alla crescita economica del nostro territorio, che meritano sostegno e risposte».

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio